Gigolò romano: "Sogno la mia professione legalizzata"
Gigolò romano: “Sogno la mia professione legalizzata”
Lifestyle

Gigolò romano: “Sogno la mia professione legalizzata”

Gigolò romano: "Sogno la mia professione legalizzata"

Aaron ha 30 anni e è un gigolò. Dopo tanti anni di attività, l'uomo vuole pagare le tasse per la sua vera professione, finalmente legalizzata.

Lavora e vuole pagare le tasse per la sua attività. Il suo nome è Aaron, 30 anni, di Roma. Nelle sue fatture, l’uomo si qualifica come organizzatore di eventi, ma nella vita fa il gigolò. A differenza di altri, però, Aaron è orgoglioso della sua professione, tanto da ritenere degradante il fatto di non poterlo dichiarare apertamente nel proprio fatturato. Il suo sogno è di vedere finalmente riconosciuta dalla legge la sua attività.

“Il Gigolò è socialmente utile”

“Non ridurre tutto al mero atto fisico, è un lavoro socialmente utile”. In un’intervista rilasciata a Leggo, il Gigolò dichiara che la soddisfazione sessuale è solo la punta dell’iceberg della sua attività. Il 30 enne ha raccontato che spesso il suo mestiere si avvicina di più alla professione di uno psicologo, con cui le donne si confidano, si raccontano, accettando anche i propri problemi. Eppure niente di tutto questo è riconosciuto come legale da parte dello Stato. Aaron pretende che si prendano provvedimenti, in quanto non è possibile condurre un mestiere fantasma a vita: “Voglio pagare le tasse come qualsiasi altro cittadino, con la mia reale professione scritta anche sui documenti”.

Un mestiere senza alcuna garanzia

Una attività priva di garanzie.

Aaron non si ferma nel suo sfogo contro l’immobilismo dello Stato verso questa situazione: “L’Italia ha adottato nei confronti del fenomeno il modello abolizionista, che consiste nel considerare la prostituzione fatto non penalmente rilevante, condannando sfruttamento, induzione e favoreggiamento, ma senza regolamentarne ulteriori aspetti”. Per chi, invece, crede di poter fare di questo lavoro una professione, ecco che si trova costretto a fingere, nonostante si stia parlando del “Mestiere che esiste dall’inizio dei tempi, ma che tutti fanno finta di non vedere. Stato in primis“.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Diadora Cyclette Apple Pink Rigenerata
79.95 €
173 € -54 %
Compra ora
Burberry The Beat For Men - Tester
35 €
Compra ora
Andrea Danneo
Andrea Danneo 392 Articoli
Palermitano di nascita, milanese acquisito, ho iniziato a scrivere di Rugby e di Basket sul web. Dopo una bella esperienza in un sito di informazione locale, mi sono laureato in Lettere moderne a Milano e ho concluso la mia formazione alla scuola di Giornalismo dell'Università Cattolica. Lettore di libri incallito, inseguo il sogno di raccontare le piccole e grandi storie, sia in forma scritta, sia in video.