×

“Bosco Verticale” chi abita nei grattacieli più In di Milano

Calciatori, rapper e stilisti, ecco chi può permettersi gli affitti stellari del gioiello dell'architettura milanese in zona Garibaldi.

bosc 768x424

Milano, capitale europea del design aveva stupito il mondo intero nel 2014 con il suo nuovo complesso formato da due grattacieli a dir poco all’avanguardia. Il complesso “Bosco Verticale”, progettato dall’architetto e urbanista Stefano Boeri, si distingue da tutti gli altri grazie alla particolarità i avere sui prospetti più di 2000 specie arboree.

A causa di tutto ciò infatti il progetto si è aggiudicato, nel 2015, il premio come «grattacielo più bello e innovativo del mondo». Proprio per questo il costo degli appartamenti hanno cifre da capogiro. Cifre che possono permettersi solo alcuni personaggi noti del mondo dello spettacolo dello sport e della moda.

800.000 euro per un bilocale

Sin dal momento dell’inaugurazione i cittadini della città milanese oltre che ammirare la bellezza del complesso si sono da subito chiesti chi fossero i fortunati a potersi permettere un appartamento nei grattacieli.

I costi infatti si aggirano introno ai 10.000 euro al metro quadro, che possono arrivare a punte di 15.000, Portando anche un piccolo bilocale al costo stellare di 800.000 euro. Stando a quanto riporta il quotidiano “Corriere della Sera”, i coinquilini sono volti noti di vari ambiti. Ben due sono i calciatori, Nello stabile infatti abiterebbero i calciatori dell’Inter Ivan Perisic e Felipe Melo, oltre che il rapper brasiliano, conosciuto soprattutto per aver dato asilo a Fabrizio Corona nel periodo da latitante, Lorenzo Carvalho.

Inoltre ci sarebbero volti noti dell’industria della moda mondiale, come Diego Dolcini, Gaia Trussardi e la reseller newyorkese Susy Scott, oltre che l’agente di commercio di Allianz Carsten Quitter.

La zona fino a pochi anni fa era molto malfamata, vicino alla stazione della metropolitana e dei treni di Garibaldi che all’epoca versava in condizioni di degrado e criminalità. Dal 2010 si è iniziato un processo di bonifica che l’ha portata ad essere una delle zone più ricche e belle di Milano. Il “Bosco Verticale” infatti non è l’unica novità che ha cambiato l’aspetto della zona. La piazza intitolata a Gae Aulenti infatti, inaugurata nel 2012 si trova a pochi metri dal complesso, su cui si affaccia il grattacielo più alto di Italia, La Unicredit Tower. Insomma, l’opera di bonifica ha portato il quartiere Garibaldi ad essere uno dei più apprezzati e innovativi quartieri d’Europa.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora