Minacce di morte al principe Harry per aver sposato Meghan | Notizie.it
Minacce di morte al principe Harry per aver sposato Meghan
Lifestyle

Minacce di morte al principe Harry per aver sposato Meghan

Minacce di morte al principe Harry per aver sposato Meghan

Il principe Harry è finito nel mirino di un gruppo neo-nazista inglese, che ha diffuso in rete un poster, con raffigurato il suo omicidio.

“Traditore della razza”. Il principe Harry è finito nel mirino di un gruppo neo-nazista inglese, che ha diffuso in rete un poster, con raffigurato l’omicidio del reale inglese. Motivo del messaggio violento? Harry d’Inghilterra avrebbe “tradito la razza” sposando la “meticcia” Meghan.

“Traditore della razza”

Minaccia di morte per questioni razziste. Della coppia più chiacchierata d’Inghilterra se ne è parlato tanto e se ne continua ancora a parlare, al punto da aver oscurato il quadretto familiare di William e Kate. Inevitabile che qualcuno non sia ancora d’accordo sull’unione tra il principe Harry e l’ex attrice Meghan, ma non si era mai arrivati fino a questo punto.

Il gruppo neo-nazista britannico conosciuto con il nome di Sonnenkrieg Division prende ispirazione dal movimento analogo americano, chiamato Atomwaffen Division, che – secondo la Bbc – è stata fondata nel 2013 con l’obiettivo di distruggere il sistema costituito, in favore della nascita di una realtà statale di stampo nazionale socialista.

All’Atomwaffen Division, riporta la Bbc, sono stati attribuiti ben 5 omicidi.

Neo-nazisti

L’estremismo fa paura. Non è un caso che sovente, in merito alla presa di posizione di politiche rigidamente conservatrici, gli esperti parlino di “ritorno al fascismo”, o in certi casi anche di ritorno al nazismo. Timori non privi di fondamento, certo, ma se è vero che le parole hanno un peso, di alcune di esse non bisogna abusarne. Non è però il caso della Atomwaffen, i cui fondatori sono stati condannati a 5 anni – come riferisce anche il Daily Mail – dove il richiamo ai principi del nazismo tedesco sono molto forti, ribaditi come slogan nei diversi messaggi lanciati dai loro stessi propagandisti. Per farsi sentire occorre un segnale forte, o una provocazione: cosa c’è di meglio, in questo senso, di condannare o minacciare una figura nota come il principe Harry? Il poster parla chiaro e le indagini sono tuttora in corso.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Andrea Danneo
Andrea Danneo 371 Articoli
Palermitano di nascita, milanese acquisito, ho iniziato a scrivere di Rugby e di Basket sul web. Dopo una bella esperienza in un sito di informazione locale, mi sono laureato in Lettere moderne a Milano e ho concluso la mia formazione alla scuola di Giornalismo dell'Università Cattolica. Lettore di libri incallito, inseguo il sogno di raccontare le piccole e grandi storie, sia in forma scritta, sia in video.