Vince viaggio a Sex Island: "Lì voglio perdere la verginità" | Notizie.it
Vince viaggio a Sex Island: “Lì voglio perdere la verginità”
Lifestyle

Vince viaggio a Sex Island: “Lì voglio perdere la verginità”

brian viaggio

Un 16enne ha vinto un viaggio all'isola del sesso. La madre non ha approvato, ma il padre gli ha permesso di partire. "Li voglio perdere la verginità"

Brian, 16enne del Cile naturalizzato statunitense, ha vinto un singolare concorso a luci rosse. In palio c’era un soggiorno nella famigerato “Sex Island“. Un appuntamento imperdibile per l’adolescente che ha deciso così di realizzare il sogno di perdere la verginità proprio lì. Inevitabile il disappunto della madre. Il giovane ha cercato quindi supporto nel padre, che lo ha sostenuto nella sua decisione.

Il concorso

Il giovane ha acquistato un articolo in vendita, partecipando così al concorso. In palio un biglietto gratuito per l’isola privata dei Caraibi in cui si promettono 4 notti di sesso. Il padre di Brian vorrebbe accompagnarlo in questa avventura, ma questa decisione potrebbe scatenare l’ira della mamma
del 16enne, che non si è mostrata d’accordo nemmeno per un momento. La vacanza promette erotismo illimitato in compagnia di almeno due ragazze latine. In molti hanno tentato la sorte per aggiudicarsi un biglietto vincente.

In tanti hanno partecipato

Gli organizzatori hanno avuto un riscontro inaspettato.

Migliaia di persone hanno acquistato la merce dal negozio online per entrare in possesso del biglietto. “Ho comprato una custodia del telefono e una borsa per 60 dollari. Dopo aver visto i video di Sex island volevo solo essere lì. Non avrei mai immaginato di vincere – ha confessato Brian – Ho usato la carta di credito di mio padre senza dirglielo. La settimana scorsa ho ricevuto un’e-mail in cui mi informavano che avevo vinto. Non potevo credere a quello che stavo leggendo, pensavo di sognare. Quando l’ho detto ai miei genitori erano entrambi molto arrabbiati. Poi mio padre ha cambiato idea” ha raccontato al Mirror.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche