Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Serena Rossi è Mia Martini: “Con rispetto io sono stata Mia”
Lifestyle

Serena Rossi è Mia Martini: “Con rispetto io sono stata Mia”

Serena Rossi è Mia Martini: "Con rispetto io sono stata Mia"

Serena Rossi è Mia Martini nel biopic di Riccardo Donna "Io sono Mia". Il regista sul film: "Volevo che il pubblico sentisse che Mia fosse con noi".

“Io sono stata Mia Martini”. Sul proprio profilo Instagram, l’attrice napoletana Serena Rossi ha pubblicato una sua foto sul set di “Io sono Mia”, biopic di Riccardo Donna su Mia Martini. Il film sarà proiettato nelle sale per e giorni: il 14, il 15 e il 16 Gennaio 2019, per poi essere proposto in prima assoluta sui canali Rai a Febbraio. Nel post del suo profilo social, Serena Rossi ha descritto la pellicola come il “film che onora la carriera di Mia Martini, per ringraziarla della musica che ci ha regalato”.

“Io sono Mia”

Lì per lì non volevo farlo questo film“. Il regista Riccardo Donna ha ammesso ai giornalisti di La Repubblica che sulle prime non era convinto di girare un film su Mia Martini. A cambiare le carte in tavola sarebbe stata proprio la presenza di Serena Rossi, che nella pellicola interpreta proprio Domenica Rita Adriana Bertè, ovvero, Mia Martini: “Ho incontrato Serena e ho capito che era giusto, che con lei potevo farlo.

Anzi che anche io, come molti di noi, dovevo restituire qualcosa a Mia”.

L’anima di Mia Martini

Come si fa un film su Mia Martini? Senza imitare Mia Martini. Nell’approcciarsi alla complessità del personaggio di Mimì, come era solita essere chiamata la Bertè, il regista ha voluto abbandonare qualsiasi tentativo di imitare la grande cantante, preferendo soffermarsi sullo spirito del personaggio, o per meglio dire, sulla sua anima: “Volevo che il pubblico, vedendo il film, sentisse che Mimì fosse con noi. Serena ci è riuscita, senza imitazioni pericolose, ma trovandone l’anima”. Per cogliere lo spirito della Bertè, la produzione ha investito molto nella ricerca della giusta documentazione. In tanti tra gli amici di Mia hanno dato una mano nel ricostruirne la storia, ma a dare il contributo maggiore è stato il ritrovamento del diario privato della Martini.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Andrea Danneo
Palermitano di nascita, milanese acquisito, ho iniziato a scrivere di Rugby e di Basket sul web. Dopo una bella esperienza in un sito di informazione locale, mi sono laureato in Lettere moderne a Milano e ho concluso la mia formazione alla scuola di Giornalismo dell'Università Cattolica. Lettore di libri incallito, inseguo il sogno di raccontare le piccole e grandi storie, sia in forma scritta, sia in video.
Contatti: Mail