×

Kate Hudson: “Sarà mia figlia a decidere se essere femmina o maschio”

Kate Hudson parla della figlia Rani, nata dalla relazione con Danny Fujikawa: "Vorrei educarla con un approccio il più possibile genderless".

Kate Hudson e la sessualità della propria bambina
Kate Hudson parla della propria bambina

Kate Hudson ha già bene in mente che tipo di educazione impartirà a sua figlia Rani, nata lo scorso ottobre dalla relazione con il compagno Danny Fujikawa. “Sarà lei a scegliere col tempo se vorrà essere femmina o maschio” spiega l’attrice e cantante statunitense come riporta Tgcom24 citando un’intervista ad AOL.

La piccola avrebbe già manifestato la sua femminilità nei modi, nei suoni e nella sua ‘energia’ tanto che la 39enne non esita ad ammettere: “Mi piace moltissimo comprarle dei vestitini da femmina”. Tuttavia questi aspetti non intaccano le intenzioni della Hudson: “Vorrei crescere Rani senza influenzarne le scelte e con un approccio il più possibile genderless“.

Tanti esempi a Hollywood

Del resto a Hollywood sono molteplici i casi di celebrità che hanno la stessa opinione della Hudson in merito a questa tematica.

Shiloh Nouvel, figlia di Brad Pitt e Angelina Jolie si sente un ragazzo e ha deciso di farsi chiamare John senza alcuna ‘resistenza’ o contrarietà da parte dei genitori. Discorso simile per Jackson, primogenito di Charlize Theron: il bambino indossa infatti abiti femminili. Il superamento dei generi avrebbe fatto breccia anche in Inghilterra e più precisamente all’interno della famiglia Reale. Secondo alcune indiscrezioni Meghan Markle, moglie del principe Harry, starebbe preparando la stanza del royal baby (nascerà in primavera) usando colori neutri, tra il bianco e il grigio.

Mettendo così da parte i ‘tradizionali’ colori di genere, ovvero il rosa e l’azzurro.

Contents.media
Ultima ora