×

Festival di Sanremo, Nek: “Non me ne frega un ca*** della giuria degli esperti”

Nek non ha avuto peli sulla lingua nell'attaccare duramente la giuria degli esperti. Il cantante ha amesso di voler soltalto essere amato dal pubblico.

Un Nek molto carico emotivamente si è presentato in sala stampa raccontando i motivi che lo hanno spinto a partecipare a questa edizione del Festival di Sanremo. Il cantante di Sassuolo ha ammesso di puntare molto sulle radio: “La radio è il più grande mezzo che la gente ha: la musica passa attraverso la radio. Io sono cresciuto con la radio. Quando ho deciso di venire qua mi sono preoccupato di fare un pezzo che non rientrasse nei canoni del Festival.”

Nek attacca la giuria

Nek però non ha risparmiato critiche alla giuria degli esperti confessando di non aver nessuna paura del loro giudizio: “Sinceramente di quello che pensano loro non me ne frega un cazzo. L’importante è piacere al pubblico”. Il cantante si è poi soffermato sulle emozioni provate durante la prima serata: “Ieri è stato un fuoco, il cuore è una caldaia: è cambiato poco dagli esordi.

Quando sono salgo su un palco mi sembra di tornare a casa: ho pensato fosse un mio concerto. Per questo ho deciso di scendere in mezzo alla gente e cercare gli sguardi delle persone”.

Nek ha anche avuto il tempo per fare una dedica speciale a una persona molto importante: sua figlia Beatrice. “In caso di vittoria abbraccerei subito mia figlia Beatrice che avrebbe tanto voluto essere sul palco.”

L’aspetto fisico

Il pubblico ha molto apprezzato l’aspetto fisico di Nek: su Twitter e su Instagram tantissimi utenti si sono scatenati. Nek a 47 anni è sembrato ancora il ragazzino che si presentò nel ’97 all’Ariston con ‘Laura non c’è’.Davvero tanti i commenteri che sono apparsi sui social: “Nek ha un quadro in soffitta che invecchia al suo posto”.

E ancora: “Nek, puoi smetterla di ringiovanire ogni anno? Grazie”. Durante la la conferenza stampa il cantante di Sassuolo a precisa domanda ha risposto così: “Invecchia solo il quadro che è in soffitta”.

Andrea Ienco, nato nel 1992 a Milano. Laureato in "Storia" con la passione per il cinema e per tutto ciò che è innovativo. Il Master in Giornalismo e i viaggi negli Stati Uniti mi hanno dato la possibilità di crescere e imparare le tecniche del mestiere.


Contatti:

Contatti:
Andrea Ienco

Andrea Ienco, nato nel 1992 a Milano. Laureato in "Storia" con la passione per il cinema e per tutto ciò che è innovativo. Il Master in Giornalismo e i viaggi negli Stati Uniti mi hanno dato la possibilità di crescere e imparare le tecniche del mestiere.

Leggi anche