Karl Lagerfeld: la sua eredità alla gatta Choupette | Notizie.it
Morto Karl Lagerfeld, l’eredità della gatta Choupette
Lifestyle

Morto Karl Lagerfeld, l’eredità della gatta Choupette

gatta choupette

Dopo la morte di Karl Lagerfeld, emerge la curiosità su Choupette, la gatta dello stilista che è stata anche musa di alcune collezioni.

La gattina bianca Choupette non era per Karl Lagerfeld solo un animale domestico, ma anche una figlia e una musa. Proprio per questo, a seguito della morte dello stilista, la gatta ha per sè un ricco gruzzolo. Lagerfeld, morto il 19 febbraio all’età di 85 anni, ha sempre avuto parole di grande affetto per Choupette. In un’intervista aveva dichiarato: “Ha la sua piccola fortuna, è un’ereditiera, e se mi succedesse qualcosa, la persona che la accudisce non resterà nella miseria”.

L’eredità per la gatta

Lagerfeld non ha mai nascosto che Choupette avesse una sua eredità da parte, costituita dai soldi guadagnati dalle pubblicità. In un’occasione un giornalista gli aveva fatto notare come in Francia fosse vietato lasciare in eredità qualcosa a un animale. Lo stilista aveva però ribattuto: “Infatti lo posso fare perché non sono francese”.

La gattina era finita a casa dello stilista tedesco nel 2011 e doveva rimanerci solo per qualche giorno.

Lo stilista si è tuttavia affezionato e non l’ha mai più lasciata. “E’ al centro del mio mondo”. Choupette è stata musa ispiratrice di una capsule collection ed è comparsa in diverse campagne pubblicitarie. Su Instagram la sua pagina conta 120mila follower.

La carriera di Lagerfeld

Il nome di Karl Lagerfeld è legato non solo al mondo della moda, ma anche al mondo della fotografia. E’ stato direttore creativo di Fendi e di Chanel oltre che del proprio brand. Per la sua linea di abbigliamento, chiamata inizialmente “Lagerfeld Gallery” e poi “Karl Lagerfeld” a Parigi hanno sfilato le più importanti supermodelle, tra le quali Claudia Schiffer. Ha inoltre realizzato completi per artisti musicali di fama internazionale, come nel caso del Re-Invention Tour di Madonna. In qualità di
fotografo ha spesso scattato personalmente le immagini per le campagne pubblicitarie delle sue case di moda.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche