×

Oscar 2019, Rami Malek: “Io figlio di immigrati”

Il neo premio Oscar Rami Malek, si sofferma sul suo essere figlio di immigrati negli Usa durante il discorso di accettazione del premio.

malek 768x432

Rami Malek ha vinto il premio come miglior attore protagonista agli Oscar del 2019 e ha usato il suo discorso di accettazione per onorare i suoi genitori, emigrati tanti anni fa dall’Egitto. L’attore ha iniziato il suo discorso gridando a sua madre, che era presente al fianco di suo fratello Sami.: “Ti amo, signora!“.

“Servono più storie come questa”

Poi Malek si riferisce allo stesso Freddy Mercury, figlio di immigrati in terra inglese: “Quel ragazzo stava lottando con la sua identità. In questo momento penso a chiunque abbia difficoltà di questo tipo. Noi abbiamo fatto un film su un omosessuale, un immigrato, che ha vissuto la sua vita in modo straordinario. Il fatto che io stia festeggiando lui e questa storia con voi stasera è la prova che desideriamo più storie come questa“.

Sono figlio di immigrati egiziani” – ha proseguito Malek con la voce rotta di emozione – “Questo è un momento straordinario, qualcosa di cui farò tesoro per tutta la vita”. Quel che è certo ora, è che la vittoria di Rami Malek agli Oscar può essere considerata una vittoria di tutta l’America degli immigrati.

La polemica di Enrico Letta

Non rimane indifferente alla Notte degli Oscar la politica italiana. In un tweet, l’ex presidente del consiglio in quota Pd Enrico Letta, ha scritto, in merito alle vittorie di Malek e di Green Book: «Vorrei dedicare la vittoria di Green Book e Rami Malek a Matteo Salvini.

La scena in cui l’italiano immigrato Tony Vallelonga si fa dare dell’italiano-mezzo negro dal poliziotto razzista dell’Alabama andrebbe proiettata nelle nostre scuole».

Contents.media
Ultima ora