×

“Con Matteo niente politica”: Elisa Isoardi parla ancora di Salvini

In una lunga intervista al settimanale Diva e Donna la conduttrice ha rivelato: "È stata la storia d'amore più importante della mia vita".

elisa-isoardi-matteo-salvini-intervista

Il selfie a letto con Matteo? Lo rifarei”. Così Elisa Isoardi torna a parlare del suo amore con il ministro degli Interni e vicepremier Matteo Salvini e di quella foto, pubblicata a qualche giorno dalla loro rottura, diventata subito materiale per goliardiche parodie del politico sui social.

“Niente di volgare – ha voluto precisare la conduttrice de La Prova del Cuoco – Nulla che andasse contro il ministro”. In una lunga intervista rilasciata al settimanale Diva e Donna l’ex compagna del vicepremier ha svelato ulteriori dettagli di quella che definisce “la storia più importante” della sua vita. La rottura tra i due è sopraggiunta dopo cinque anni d’amore, nel novembre scorso. “Ma ora sto bene così”, dice la conduttrice.

isoardi salvini addio social

“Con Matteo non parlavamo di politica”

Dopo lo scontro indiretto a colpi di tweet sul trionfo del cantante italo-egiziano Mahmood all’ultimo festival di Sanremo, la Isoardi ha confidato alla penna dei giornalisti di gossip alcuni intimi particolari del suo percorso sentimentale a fianco del leader del Carroccio.

“Per cinque anni ho frequentato un uomo politico – dice – e ho certo imparato delle cose, ma sono una testa pensante. Lo sono sempre stata e non smetterò di esserlo”.

Come confida la 36enne piemontese, di politica e di immigrazione, i due non non parlavano molto: “Ci vedevamo poco – spiega l’ex compagna del leghista – e quel poco lo dedicavamo ad altro”. Ora, avrebbe ammesso la Isoardi “Mi manca la quotidianità con lui, i momenti passati insieme”.

Nella lunga intervista la conduttrice torna anche su quel post “incriminato” su Sanremo, per il quale era stata accusata di voler polemizzare con il vicepremier: “Non volevo essere polemica -dice -. Intendevo solo celebrare la bellezza della differenza”. E poi aggiunge: “Di questo passo allora dovrei abolire le spezie indiane dalla Prova del cuoco. Ricordiamoci che il nostro è un paese formato dall’unione di più popoli”.

Contents.media
Ultima ora