×

Efe Bal: “Sono leghista da anni: ora aboliamo la legge Merlin”

La trans Efe Bal, leghista fino al midollo, vuole candidarsi con Salvini per combattere la legge Merlin e riaprire le case chiuse.

efe bal 768x470

Efe Bal sta per prendere il diploma della Scuola di Formazione politica della Lega: “Una gioia e soprattutto una bella coincidenza che avvenga proprio ora che si è riacceso il dibattito sulla regolamentazione della prostituzione, con la possibile riapertura delle case chiuse“.

Efe Bal, ben nota trans di origine turca, ha confessato tutto ciò ad AdnKronos, specificando il sogno della sua vita: “Essere candidata per la Lega. Per la Lega di Matteo Salvini”, nonché una speranza per il breve futuro “Che a consegnarmi il diploma sia Salvini in persona”. “Mi piace come leader e anche come uomo. Ha la pancetta, la barba, mi sembra un classico uomo turco e io sono turca, evidentemente sento un richiamo ancestrale”.

Efe dichiara inoltre di essersi sempre trovata bene alle manifestazioni del Carroccio, senza mai aver subito alcun tipo di discriminazione.

“Sono leghista da anni”

Il motivo? “Sono leghista da anni e lo stimo da sempre, lui è la persona giusta per arrivare a regolarizzare, a rendere sicura la prostituzione, ha la forza e il consenso che servono”. Efe dichiara anche che spera in futuro di poter ricoprire un ruolo istituzionale per “affrontare il tema della prostituzione, vista la mia esperienza in Italia e all’estero e la mia conoscenza di questo settore difficile e complesso”.

La linea di Efe sulle case chiuse

Sulle tema case chiuse è convinta che “non basterebbe riaprirle”. Poi spiega ” in Italia ci sono 60mila prostitute a tempo pieno, cui si aggiungono quelle occasionali. I clienti invece sono nove milioni“. Poi arriva al punto: “La legge Merlin va abolita, bisogna legalizzare la prostituzione, tutelare prostitute e clienti, regolarizzare i controlli sanitari”. Efe ribadisce inoltre che lei vuole pagare le tasse, come chiede di poter fare da anni: “Io le tasse le pago e ci sono governi, come quello tedesco, che ricavano forti introiti fiscali; proprio la Germania incassa sei miliardi di euro l’anno.

L’Italia ha bisogno di soldi e dalla prostituzione potrebbe arrivare un introito fiscale di tutto rispetto”.

Contents.media
Ultima ora