Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Game of Thrones, Emilia Clarke: “Ho avuto 2 aneurismi, potevo morire”
Lifestyle

Game of Thrones, Emilia Clarke: “Ho avuto 2 aneurismi, potevo morire”

Emilia Clarke

La Daenerys Targaryen di Game of Thrones confessa che le riprese della saga sono state per lei fonte di enorme stress, tanto da causarle due ictus.

Grande attesa per la stagione finale di Game of Thrones, che sarà trasmessa in tutto il mondo a partire dal 15 aprile 2019. Una delle protagoniste della fortunata saga rivela però: “Proprio quando tutti i miei sogni di bambina si stavano realizzando, ho quasi perso la mente e poi la vita”. Emilia Clarke, la Daenerys di Game of Thrones, confessa infatti che la battaglia più dura per lei è stata contro la morte. L’attrice spiega infatti di aver avuto due aneurismi e due conseguenti operazioni al cervello.

Il primo ictus

“Avevo appena finito le riprese della prima stagione di Game of Thrones. Subito dopo sono stata colpita dal primo di due aneurismi” rivela Emilia Clarke. In un articolo su Newyorker.com, la 32enne attrice britannica, che nella saga interpreta il ruolo di Daenerys Targaryen (o Lady of Dragonstone), confessa: “Proprio quando tutti i miei sogni d’infanzia sembravano avverarsi, ho quasi perso la mente e poi la vita”.

Emilia Clark si è dovuta infatti sottoporre alla prima operazione al cervello quando aveva 24 anni, nel 2011.

Per l’attrice quella di Game of Thrones era praticamente la sua prima vera esperienza professionale, e lo stress deve averle giocato un brutto scherzo. E così una mattina, nel corso di un allenamento in palestra, ha cominciato ad accusare un forte mal di testa.

“Ero così stanca che sono riuscita a malapena a indossare le scarpe da ginnastica. Quando ho iniziato l’allenamento, ho dovuto sforzarmi per eseguire i primi esercizi. Poi si sono sentita come se una fascia elastica mi stesse comprimendo il cervello. Ho cercato di ignorare il dolore ma non ci sono riuscita. Sono arrivata nello spogliatoio quasi strisciando, in preda al dolore e alla nausea” ricorda Emilia Clarke.

L’operazione

Una volta in ospedale, eseguita una risonanza magnetica, i medici riscontrarono un’emorragia subaracnoidea (SAH), un tipo di ictus molto pericoloso, perché causato dal sanguinamento nello spazio circostante il cervello. A quel punto è stata sottoposta ad un intervento di neoruchirurgia, durato tre ore, per sigillare l’aneurisma.

Il risveglio però è stato peggio della malattia.

L’attrice infatti spiega che all’inizio non riusciva più a ricordare nemmeno il suo nome. “E’ a quel punto che ho pensato che la mia vita non valeva più la pena di essere vissuta. Io sono un’attrice. Ho bisogno di ricordare le mie battute. Ora non riuscivo a ricordare il mio nome. – sottolinea Emilia Clarke – Nei miei momenti peggiori, volevo staccare la spina. Ho chiesto allo staff medico di lasciarmi morire“. Dopo circa una settimana, però, l’allora 24enne ha ricominciato a parlare correttamente. Il peggio era passato.

Il secondo aneurisma

Andò quasi tutto bene fino al termine delle riprese della terza stagione di Game of Thrones. Emilia Clarke venne colpita da un secondo e più grave aneurisma, che la costrinse ancora una volta ad andare sotto i ferri. I medici non le hanno nascosto che stavolta rischiava davvero di morire. Il recupero per l’attrice è stato più lungo e doloroso, anche perché alcuni frammenti del cranio erano stati sostituiti dal titanio.

Dopo aver trascorso un mese in ospedale, Emilia Clarke confessa che ormai aveva perso le speranze di tornare ad essere quella di prima perché c’era il serio rischio che perdesse definitivamente proprietà cognitive o sensoriali.

Per fortuna, dopo un lungo decorso, ora l’attrice assicura di essere completamente guarita. Da qui l’impegno con SameYou, un’associazione britannica che ha lo scopo di fornire cure per le persone che si stanno riprendendo da lesioni cerebrali e ictus.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Di origine sarda ma nata e cresciuta a Roma. Dopo la maturità classica ho studiato "Scienze politiche" all'Università La Sapienza. Scrivo quotidianamente sul web per testate e blog dal 2006, giornalista dal 2009. Mi sono sempre occupata di servizi di approfondimento e d'inchiesta, alcuni scelti come fonte di Wikipedia, di libri e testi universitari mentre altri sono stati tradotti all'estero. Autrice anche di qualche scoop. Dal 2018 lavoro a tempo pieno per Notizie.it. Progettista Web e "Tecnico Superiore per la Comunicazione e il Multimedia", ho una profonda conoscenza del mondo internet e per questo non sono sui social.
Contatti: Mail