×

MasterChef 8, la vincitrice è Valeria Raciti

Con il suo menù ha voluto raccontare sé stessa, tra "tradizioni e curiosità". Così la 31enne siciliana si è aggiudicata il primo posto a MasterChef 8

MasterChef
MasterChef

A trionfare a MasterChef 8 è Valeria Raciti. I giudici, dopo una particolare sfida a tre, non hanno avuto dubbi. Il suo menù, “Fra me e me”, ha ampiamente soddisfatto i palati raffinati dei giudici, decretandola vincitrice. La trentunenne viene dalla provincia siciliana.

E’ di Aci Sant’Antonio, un paese di 18mila abitanti in provincia di Catania. Finalmente ha realizzato il suo sogno: può dirsi pronta a svestire i panni di segretaria per vestire quelli di cuoca. Infatti, Valeria potrà abbandonare la sua veste di segretaria amministrativa per laurearsi cuoca a tutti gli effetti. Lei stessa sembra convinta che i soldi non le faranno dimenticare la tenacia e l’umiltà che l’hanno condotta al traguardo più emozionante della carriera.

Riceverà 100mila euro di premio, firmerà il suo primo libro di ricette e potrà avverare il sogno tenuto a lungo nel cassetto, cucinando a tempo pieno. Tuttavia, ci vuole pazienza e perseveranza: Valeria assicura che, per il momento, vuole continuare a imparare.

Solo più in là potrà pensare a un eventuale ristorante, ricorda la Repubblica.

MasterChef 8, la vittoria di Valeria

“Voglio dire quanto i meccanismi della gara e le persone che mi hanno accompagnata in questo percorso abbiano fatto la differenza e abbiano invertito la rotta della mia vita”, ha dichiarato commossa dopo essere stata decretata vincitrice. Ha convinto i quattro giudici del programma, Joe Bastianich, Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli, al termine di una coinvolgente sfida a tre.

Valeria ha presentato il suo menù “Fra me e me”. Con lei, le pietanze degli altri due finalisti, il 23enne studente di legge Gilberto Neirotti e l’operaia friulana Gloria Clama. C’è tanto della sua terra nei piatti pensati per la gara. Valeria non dimentica le tradizioni dell’amata Sicilia, ma le miscela in un mix che guarda lontano, perché “più si conoscono le basi della cucina tradizionale più solide sono le basi su cui costruire il proprio stile. La mia passione parte da lì, dalle ricette e dai prodotti del territorio, ma la mia passione non ha confini e viene ispirata continuamente dalla mia incontenibile curiosità”, ha spiegato a “Sapori”.

Ai suoi fan ha assicurato che il suo libro sarà specchio di questa filosofia, con ricette semplici e chiare per tutti. Probabilmente non mancheranno alcune primizie e capolavori presentati sui tavoli di MasterChef. E infatti il pubblico già spera di trovarci il suo minestrone gourmet.

Contents.media
Ultima ora