×

Lady Diana, il medico rivela: “La ferita mortale fu piccola ma fatale”

La morte di Lady Diana continua a rimanere uno degli argomenti più discussi di tutti i tempi: il suo medico legale rivela oggi altre importanti novità

Lady Diana
Lady Diana

“Se Lady Diana avesse avuto la cintura di sicurezza allacciata, forse sarebbe sopravvissuta. In ogni caso, è stata molto sfortunata per via delle circostanze in cui ha trovato la morte”. Così ha di recente dichiarato Richard Shepherd, il medico legale che ha svolto le indagini per capire le cause che hanno provocato la morte della “principessa triste”.

Ricordiamo che il tragico avvenimento successe oltre vent’anni fa a Parigi, per la precisione il 31 agosto del 1997. Dopo oltre due decenni di distanza dal fatto, l’uomo ha oggi deciso di rivelare le sue memorie professionali raccontandole all’interno di un nuovo libro.

Come riferito anche dal Daily Mirror, il dottor Shepherd ha raccontato nel volume Unnatural Causes diversi particolari mai detti prima d’ora su uno degli eventi che hanno più commosso il mondo, ossia quello relativo al decesso di Lady Diana.

La donna è morta a seguito un incidente stradale, mentre si trovava in auto insieme al compagno Dodi Al-Fayed. Sul mezzo con loro era presente anche l’autista Henri Paul, anche lui morto sul colpo. Il medico legale ha così specificato che la morte di Lady Diana poteva essere evitata. Se infatti la principessa del Galles avesse avuto le cinture di sicurezza allacciate si sarebbe potuta salvare. Ma le rivelazione dell’uomo non si sono fermate qui.

Diana Spencer: critiche e complotti

Se dunque avesse avuto la cintura di sicurezza, molto probabilmente Lady D. avrebbe potuto ripresentarsi in pubblico già pochi giorni dopo l’incidente. Avrebbe forse mostrato qualche ematoma al volto oppure delle piccole ingessature per via delle costole rotte, ma sarebbe sopravvissuta. “Ad ogni modo – prosegue il racconto del medico – la lesione riportata da Lady Diana è stata una delle più insolite tra quelle mai viste in vita mia”. Nello specifico, il dottore ha rivelato che si era trattato di una ferita molto piccola, tuttavia presente nel punto sbagliato. Questo avrebbe dunque causato l’inevitabile decesso di Diana Spencer.

La vicenda della morte di Lady Diana ha generato diverse teorie del complotto nonché molte quanto roventi controversie, soprattutto per quanto concerne i soccorsi. Lady D. non è infatti stata trasportata subito in ospedale con un’ambulanza. Anche su questo punto Richard Shepherd ha voluto spiegare il perché. “Dopo l’incidente Diana era perfettamente cosciente. L’impatto aveva però provocato la rottura di una piccola vena nei suoi polmoni. Questo aveva causato un’emorragia interna, che alla fine si è rivelata fatale. A nulla servì l’urgenza dell’intervento chirurgico in ospedale”.

Contents.media
Ultima ora