Incidente a Ciao Darwin: la testimonianza di una concorrente | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Ciao Darwin, una concorrente: “Lui diceva: ‘Non riesco a respirare'”
Lifestyle

Ciao Darwin, una concorrente: “Lui diceva: ‘Non riesco a respirare'”

Ciao Darwin, testimonianza concorrente
Ciao Darwin, testimonianza concorrente

Le parole di Emanuela: "Lui è andato per primo, poi è caduto in modo bruttissimo. Era vigile e diceva: 'Non riesco a respirare'".

Mentre Gabriele – il 54enne che rischia la paralisi per un incidente a Ciao Darwin – è ancora in ospedale, emergono nuovi dettagli su quanto accaduto in quei tragici istanti durante il gioco del Genodrome. Dopo il cugino Salvatore, è stata Emanuela a parlare con la stampa: la 49enne romana è una delle concorrenti che si trovava insieme a Gabriele durante le registrazioni della celebre trasmissione. “Eravamo un bel gruppo, ma arrivata a quei rulli ho pensato che era impossibile farli”, ha raccontato in un’intervista al Messaggero. “Lui è partito davanti a me dicendo: ‘Vado io’. Poi è caduto in modo bruttissimo“.

Il racconto di Emanuela

Emanuela stava osservando con attenzione i movimenti di Gabriele, consapevole che, dopo di lui, sarebbe toccato a lei sfidare i rulli. Ma tutto è cambiato quando il 54enne è caduto in piscina ed è stato necessario l’intervento dei sommozzatori per trarlo in salvo. “Abbiamo visto subito dei sommozzatori che lo hanno tirato fuori e hanno chiamato un medico”, ha continuato la donna.

“Poi lo hanno messo sulla barella. Era vigile e diceva: ‘Non riesco a respirare‘. Non credo abbia perso i sensi, ma era immobile e ci ha spaventato tanto. Con le altre del gruppo abbiamo capito che era una cosa seria”.

La produzione di Ciao Darwin ha rapidamente allontanato tutti gli altri concorrenti, a cui sono state consegnate delle coperte per asciugarsi, dal momento che erano bagnati a causa dei giochi d’acqua. “Ci è stato detto che non era successo nulla e che questa era la prima volta”, ha spiegato. “Dovevamo finire la parte e ci hanno chiesto di aspettare. Dopo circa un’ora e mezza abbiamo ripreso per fare l’ultimo pezzo”.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Lisa Pendezza 2373 Articoli
Lisa Pendezza, nata nel 1994 a Milano. Laureata in Lettere con la passione per i viaggi, il benessere e la lettura, spera di riuscire a girare il mondo con una macchina fotografica in una mano e un romanzo nell'altra. Amante dei libri, si limita per ora a leggerne molti, con il sogno nel cassetto di scriverne uno.