Valentina Dallari e la foto ricordo dell’anoressia: “Mai mollare. Mai”
Lifestyle

Valentina Dallari e la foto ricordo dell’anoressia: “Mai mollare. Mai”

valentina-dallari-anoressia
Valentina Dallari

La 25enne ex tronista di Uomini e donne ha voluto ricordare su Instagram il periodo buio della sua malattia postando un'immagine dello scorso anno.

Per mostrare a tutti i risultati della sua battaglia contro l’anoressia, l’ex tronista di Uomini e donne Valentina Dallari ha condiviso una foto di quando ancora soffriva di disturbi alimentari. L’immagine, pubblicata il 13 maggio tra le storie del suo profilo Instagram, era accompagnata dal seguente testo: “Un anno fa. Chiedo scusa per la foto così forte. Però mi è comparsa come ‘ricordo’. Questa sono io esattamente un anno fa. Finalmente inizio a vedermi ora come ero davvero… e pensare che io mi vedevo esattamente come sono ora. Mai mollare. Mai”.

valentina-dallari

L’incubo dell’anoressia

Un monito per tutte quelle ragazze disposte a tutto pur di assomigliare ai loro idoli social, anche a mettere a repentaglio la propria salute come è successo a Valentina, che come raccontò in un’intervista a Le Iene era arrivata a pesare solo 37 chili: “Seguivo Chiara Ferragni ma soprattutto Chiara Biasi, vedevo quelle sue spalle spigolose e pensavo che piacessero di più ai follower. Avrei ammazzato per avere quel fisico. Volevo essere proprio come lei. Pensavo che se fossi dimagrita, più brand mi avrebbero contattata, che sarei stata più giusta, più cool. Mi dicevo che se fossi diventata così magra avrei avuto più follower e più brand. Volevo essere come lei e avere il suo thigh gap, lo spazio tra le cosce”.

Il ricovero e la rinascita

È stato solo a gennaio del 2018 che Valentina ha deciso di ricoverarsi in una clinica specializzata in disturbi alimentari. Da allora, dopo mesi di cure, il calvario della malattia può dirsi finalmente passato, anche se ancora oggi rimangono le cicatrici di un periodo difficile da dimenticare: “Ricordo tutta la fatica di questo percorso, adesso bisogna accettarsi nel nuovo corpo e non è facile.

Nella malattia ho trovato tanta vita, ho capito che mi stavo uccidendo. In un certo senso mi sono uccisa, ho ucciso la persona che ero prima”.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Jacopo Bongini
Nato a Milano, classe 1993, frequenta l’Accademia di Belle Arti di Brera dove si laurea in "Nuove Tecnologie dell’Arte". Parallelamente all'ambito artistico, nel quale partecipa a diverse mostre del settore come admin della pagina Facebook Karbopapero 900, durante gli anni universitari sviluppa la passione per il mondo dell’informazione e della comunicazione. Passione che lo porta a diventare collaboratore dapprima per Il Giornale e in seguito per Notizie.it.