Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Emily Ratajkowsk nuda: la protesta contro la legge anti-aborto
Lifestyle

Emily Ratajkowsk nuda: la protesta contro la legge anti-aborto

Emily Ratajkowski

La super modella Emily Ratajkowski ha deciso di mostrarsi nuda su Instagram per protesta contro la legge sull'aborto in Alabama

Emily Ratajkowski, supermodella e attrice statunitense classe 1991, si è mostrata completamente nuda su Instagram. Questa volta, tuttavia, la sua decisione è stata presa per un motivo ben preciso, ovvero quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’abrogazione della legge sull’aborto, in questi giorni votata in Alabama. Nel corso di questa settimana il Senato ha infatti approvato un disegno di legge che sancirebbe il divieto di aborto anche nei casi di stupro e di incesto. L’unica eccezione a tale regola sarebbe nel caso in cui la gravidanza mettesse in pericolo la vita della donna. I medici che dovessero decidere di praticare comunque l’aborto rischierebbero addirittura 99 anni di carcere.

 Emily Ratajkowski nuda

Da sempre schieratasi apertamente dalla parte dei diritti delle donne, la modella ha anche corredato la foto con una messaggio forte e chiaro. “Gli uomini al potere impongono la loro volontà sui corpi delle donne per sostenere il patriarcato. I nostri corpi, la nostra scelta”.

Queste le parole della giovane donna, che nella foto in questione si copre solo le sue parti intime con un fiore. Emily ha anche affermato che gli Stati Uniti si sta cercando di vietare l’aborto più per questioni di classe e di razza. Secondo lei si tratta infatti di un attacco diretto contro i diritti fondamentali delle donne nere statunitensi, che ovviamente meritano di avere. La Ratajkowski non è l’unica Vip ad aver preso pubblicamente posizione a proposito della legge sull’aborto. Nei giorni passati anche altre artiste del calibro di Milla Jovovich, Alyssa Milano, Lady Gaga e DuaLipa hanno confessato sui social il loro aperto diniego per questa decisione.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche