> > Caso Pamela Prati: la scioccante confessione sul finto figlio

Caso Pamela Prati: la scioccante confessione sul finto figlio

caso Pamela Prati

A "Live - Non è la D’Urso" nuove sconvolgenti confessioni in merito a Sebastian Caltagirone, il finto figlio adottivo di Pamela Prati

Mercoledì 29 maggio è andata in onda su Canale 5 una nuova puntata di Live – Non è la D’Urso, incentrata per la gran parte sul caso Pamela Prati.

In trasmissione sono giunte delle aberranti dichiarazioni rilasciate dall’avvocato della madre del bambino che doveva fingere di essere Sebastian Caltagirone, ossia il presunto figlio adottivo della showgirl sarda. Nelle sue precedenti intervista, Pamela aveva infatti raccontato di aver preso in affido due bambini insieme al suo fittizio compagno. Uno doveva essere un maschietto di 11 anni, Sebastian, l’altra una bimba di 6 anni, Rebecca. Se quest’ultima non è mai stata vista di persona da nessuno, il ragazzino invece è stato portato dalla Prati in almeno due occasioni.

Il bambino inoltre sarebbe stato contattato da Pamela Perricciolo per prendere parte a una presunta fiction, ma in realtà è entrato sul malgrado in questo sporco gioco.

Il finto Sebastian e il cancro alla gola

Nella specifico, Donna Pamela avrebbe convinto la madre del bambino che fosse adatto per uno sceneggiato di prossima realizzazione. A quel punto il finto Sebastian sarebbe stato affidato all’ex agente per incontrare la finta madre affidataria, ossia Pamela Prati.

Nel corso di un’intervista a “Chi”, la Perricciolo aveva anche precisato che il ragazzino era regolarmente registrato presso l’agenzia della sua ex socia Eliana Michelazzo. Tuttavia a Barbara D’Urso il legale della madre del piccolo ha svelato altri inquietanti particolari. A quanto sembra, al bambino era stato chiesto di registrare delle note vocali con la voce roca, fingendo di avere un tumore alla gola. Il tutto al fine di rendere l’inganno più credibile.