×

Twin Peaks: presto demolita la scuola simbolo della serie

"Ma quelle decorazioni a zig zag resteranno per sempre nel nostro immaginario", scrive Dazed.

twin peaks scuola

Verrà demolita la scuola superiore dove è stata girata la serie Twin Peaks di David Lynch. L’edificio, ufficialmente chiuso il 14 giugno, sarà abbattuto il 5 luglio. Tantissimi i fan che hanno scattato foto e video nostalgici, tanti i ricordi che resteranno. L’anello per entrare nella Loggia Nera e il suo arredamento, il nano ballerino, Cooper e Double R solo per citarne alcuni: la produzione di David Lynch è già immortale.

L’immortalità delle icone

Sarà demolita la scuola superiore dove è stata girata la serie Twin Peaks, ma a scomparire sarà solo la struttura. Il 14 giugno scorso l’edificio ha ufficialmente chiuso i battenti ed è stato fissato al 5 luglio il suo abbattimento. Scrive Dazed: “Ma quelle decorazioni a zig zag resteranno per sempre nel nostro immaginario, insieme alla torta di ciliegie e all’anello della caverna del gufo”, e tutti noi ci ritroviamo in quelle parole.

Poiché nonostante l’incedere costante del tempo, quello che sopravvive è il ricordo. Nel caso della televisione, Twin Peaks è il format che più di ogni altro ha segnato una svolta in quello che caratterizza oggi le tantissime serie televisive. Le immagini di David Lynch rimarranno per sempre con i suoi fan: Double R, le tazze di caffè di Cooper, la Loggia Nera, il nano ballerino, la Signora Ceppo… e soprattutto le decorazioni a zigzag sulla pareti della Twin Peaks High School.

Foto ricordo

5 luglio, data rossa sul calendario per gli amanti della serie. Il tempo sufficiente per l’ultimo saluto dei fan più accaniti, ritrovatisi davanti all’edificio tra cellulari e macchine fotografiche. Impossibile lasciarsi sfuggire l’ultima occasione di scattare foto ricordo e video colmi di nostalgia.

Migliaia le immagini postate a celebrare l’iconicità dell’edificio – pressoché immutato, con gli stessi disegni rossi che ne caratterizzano i muri. Perfino il suo vederla vuota riporta indietro ai momenti in cui Audrey Horne fuma di fronte al suo armadietto o all’amore tra Norma ed Ed. Una serie – e un’edificio, che sono già immortali nonostante il tempo che passa: merito dei fan, dei ricordi e di David Lynch.

Nata a Senigallia, classe 1994, è laureata all'Accademia di Belle Arti di Brera ed ha frequentato l'Ecole Supérieur de Journalisme. Oltre che con Notizie.it, collabora con Waamoz.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Lavinia Nocelli

Nata a Senigallia, classe 1994, è laureata all'Accademia di Belle Arti di Brera ed ha frequentato l'Ecole Supérieur de Journalisme. Oltre che con Notizie.it, collabora con Waamoz.

Caricamento...

Leggi anche