×

Jova Beach Party, Jovanotti dedica la canzone “Bella” a Nadia Toffa

Jovanotti in concerto a Policoro, in Basilicata ha dedicato la canzone Bella a Nadia Toffa, come aveva fatto un anno prima a Bologna.

jovanotti nadia toffa
jovanotti nadia toffa

Nel corso del concerto Jova Beach Party a Policoro, in Basilicata, Lorenzo Jovanotti ha dedicato la canzone Bella a Nadia Toffa, scomparsa lo scorso 13 agosto. Poco tempo prima, invece, su Instagram aveva salutato la conduttrice con queste parole: “Ciao #nadiatoffa ci si impiegava un attimo a volerti bene, uno sguardo due parole e sembrava di essere amici da sempre. Hai lasciato entrare tutti nella tua vita perché vedessero quanta forza c’era dentro quel corpo leggero. Ricorderò sempre il tuo sorriso e la tua amicizia istantanea”. Jovanotti non dimenticherà, infatti, il “coraggio grandissimo nel modo in cui hai affrontato due malattie, una delle due è la superficialità e il giudizio facile sparato attraverso un post o un commento ignorante. Hai vinto tu. Ci mancherai ma il tuo coraggio resta. Ciao Nadia”. Vediamo la dedica al concerto.

Jovanotti, la dedica a Nadia Toffa

Già lo scorso anno, Nadia Toffa aveva partecipato a un concerto di Jovanotti a Bologna.

In quell’occasione Lorenzo le aveva dedicato Ragazza Magica e con una chitarra aveva intonato: “La Nadia Toffa è magica e lancia in aria il mondo e lo riprende al volo, trasforma Italia uno in un capolavoro e mi fa stare bene, oh yeah, quando io sto con te”. Poi l’immancabile dedica, Bella, alla quale Nadia aveva risposto dicendo “Sono una ragazza fortunata”. Di nuovo, quest’anno a Policoro, in Basilicata, il cantante ha colto l’occasione per salutare Nadia Toffa morta lo scorso 13 agosto. Ha intonato le note di Bella e raccogliendo un sacco di applausi ha mostrato l’amicizia che legava i due da anni.


Classe 1998, cresciuta condividendo il sogno del padre. Veronese di origini, ma milanese acquisita. Studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società" con un grande sogno nel cassetto: costruire una carriera internazionale e un nome nel giornalismo politico. Amante dei viaggi e curiosa rispetto ai fatti di attualità, insegue con determinazione il suo obbiettivo.


Contatti:

Contatti:
Laura Pellegrini

Classe 1998, cresciuta condividendo il sogno del padre. Veronese di origini, ma milanese acquisita. Studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società" con un grande sogno nel cassetto: costruire una carriera internazionale e un nome nel giornalismo politico. Amante dei viaggi e curiosa rispetto ai fatti di attualità, insegue con determinazione il suo obbiettivo.

Leggi anche