×

Nadia Toffa e la lotta contro il cancro, le scuse di Pierluigi Diaco

Pierlugi Diaco si commuove mentre ricorda Nadia Toffa, morta per un cancro. Il conduttore ammette: "Non ho capito il suo grido di dolore e di rabbia"

Pierlugi Diaco Nadia Toffa

A pochi giorni dalla morte di Nadia Toffa, Pierluigi Diaco ricorda l’inviata de Le Iene e le chiede pubblicamente “scusa”. Il presentatore di “Io e Te” si commuove e fa commuovere, e alla fine decide di mettere da parte ogni polemica citando le parole che Renato Zero ha dedicato alla 40enne scomparsa dopo una lotta contro il cancro.

Perluigi Diaco, scuse a Nadia Toffa

“Mi sento di chiedere scusa a Nadia per non aver capito che quel suo grido di dolore e di rabbia, era un modo per abbracciare la vita”. E’ così, con le lacrime agli occhi e visibilmente commosso, che Pierluigi Diaco ricorda Nadia Toffa, morta dopo una battaglia contro il cancro durata un anno circa.

Il conduttore di “Io e Te”, nel corso della trasmissione andata in onda lunedì 19 agosto 2019, ha confidato infatti ai suoi telespettatori di avere in questi mesi più volte discusso con l’inviata de Le Iene su quanto le stava accadendo, rivelando: “Stamattina ho ritrovato il carteggio di varie conversazioni consumate con Nadia nell’ultimo anno.

È molto difficile per me parlarvene, perché in queste conversazioni lei era molto delusa dai messaggi che riceveva da alcuni scellerati senza cuore che offendevano la dignità di una persona che aveva deciso di condividere il dolore pubblicamente“.

“Non alimentare la polemica”

Diaco ammette quindi di aver consigliato a Nadia Toffa “di non rispondere, di non alimentare la polemica perché avrebbe legittimato queste persone”. “Lei con sicurezza mi ha detto che non era d’accordo con me perché voleva che le sue pagine social fossero pulite. Per questo rispondeva anche a chi l’apostrofava con un vocabolario incivile” sottolinea quindi il presentatore.


Di origine sarda ma nata e cresciuta a Roma. Dopo la maturità classica ho studiato "Scienze politiche" all'Università La Sapienza. Scrivo quotidianamente sul web per testate e blog dal 2006, giornalista dal 2009. Mi sono sempre occupata di servizi di approfondimento e d'inchiesta, alcuni scelti come fonte di Wikipedia, di libri e testi universitari mentre altri sono stati tradotti all'estero. Autrice anche di qualche scoop. Dal 2018 lavoro a tempo pieno per Notizie.it. Progettista Web e "Tecnico Superiore per la Comunicazione e il Multimedia", ho una profonda conoscenza del mondo internet e per questo non sono sui social.


Contatti:

Contatti:
Paola Marras

Di origine sarda ma nata e cresciuta a Roma. Dopo la maturità classica ho studiato "Scienze politiche" all'Università La Sapienza. Scrivo quotidianamente sul web per testate e blog dal 2006, giornalista dal 2009. Mi sono sempre occupata di servizi di approfondimento e d'inchiesta, alcuni scelti come fonte di Wikipedia, di libri e testi universitari mentre altri sono stati tradotti all'estero. Autrice anche di qualche scoop. Dal 2018 lavoro a tempo pieno per Notizie.it. Progettista Web e "Tecnico Superiore per la Comunicazione e il Multimedia", ho una profonda conoscenza del mondo internet e per questo non sono sui social.

Leggi anche