×

Costanzo e De Filippi, la verità sulla foto delle nozze: è fake o no?

Qual è la verità sulla foto di nozze di Maurizio Costanzo e Maria De Filippi? Tutto sul fantomatico fotomontaggio della popolare coppia

maria de filippi maurizio costanzo
maria de filippi maurizio costanzo

C’è tutto un mondo dietro alla famosissima foto di Maurizio Costanzo e Maria De Filippi ritratti come due sposini. Di recente, il coreografo Giovanni Ciacci ha svelato che lo scatto sarebbe in realtà un fotomontaggio, creato ad hoc da un noto direttore editoriale, del quale però non ha fatto il nome.

Il numero di “Gente Mese” del 1992, allora diretto dallo scomparso Sandro Mayer, aveva di fatto pubblicato la fotografia in questione sulla copertina. Il motivo di tale scatto non era però il reale matrimonio della coppia, avvenuto il 28 agosto 1995, ossia tre anni dopo. Si trattava invece di uno speciale dedicato ai “super sposati”, previsto per il numero di marzo del 1992. Mayer chiese inoltre al giornalista romano di firmare un editoriale dal titolo Elogio del matrimonio, nel quale Costanzo spiegava perché credesse ancora nella sacra unione nonostante i suoi tre matrimoni falliti.

Costanzo-De Filippi: verità sul caso

La foto di Maurizio Costanzo in abito nero e fiore all’occhiello, con Maria De Filippi all’apparenza catatonica, accompagnava di fatto tale articolo.

Con la titolazione Un pò per gioco, un po’ per prova? si spiegava dunque perché il magazine di attualità avesse chiesto un trattato sul matrimonio firmato proprio dal giornalista. A conti fatti, quello che Ciacci ha detto essere stato fotomontaggio non venne presentato in tali spoglie sulla prima pagina di “Gente Mese” del 1992.


Credere che fosse un servizio uscito in occasione delle loro nozze è dunque sbagliato. La volontà di Maurizio Costanzo e Maria De Filippi di mostrarsi come sposi reali è del resto inventata, visto che tutto nacque come un servizio fotografico in posa, chiesto da Sandro Mayer per uno speciale sui matrimoni.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche