×

Madonna cancella il tour: problemi alle articolazioni

La popstar Madonna è stata costretta ad annullare un'altra data del suo tour di concerti americano a causa di seri problemi alle articolazioni.

madonna-concerti

Ancora problemi per la regina del pop Madonna, che è stata costretta ad annullare un’altro data del suo tour di concerti in Nord America a causa di alcuni problemi alle articolazioni che lascerebbero la cantante in preda a dolori lancinanti durante le esibizioni.

L’annuncio è stato dato dalla stessa Madonna nella giornata del 25 dicembre sui propri account social, dove assieme alle due dichiarazioni mostrava un breve video di un recente concerto tenuto a Miami in cui mostra serie difficoltà nel salire una scala.

Madonna cancella un’altra data del tour

Visualizza questo post su Instagram

I was in tears from the pain of my injuries, Which has been indescribable for the past few days With every song I sang, I said a prayer that I would make it to the next and get thru the show. My prayers were answered, And I made it. I consider myself a warrior I never quit, I never give in, I never give up!! However this time I have to listen to my body And accept that my pain is a warning I want to say how deeply sorry I am to all my fans. For having to cancel my last show I spent the last two days with doctors Scans, ultra sounds, Xrays Poking and probing and more tears. They have made it very clear to me that if l’am to continue my tour— I must rest for as long as possible so that I don’t inflict further and Irreversible damage to my body. I have never let an injury stop me from performing but this time i have to accept that there is no shame in being human and having to press the pause button………….. I thank you all for your understanding, love and support. As the Words to Batuka go……….. It’s a Long Road……….Lord Have Mercy??. Things have got to change. And they will because MADAME ❌. is a fighter!! Happy Holidays to Everyone ♥️? #madamextheatre #thefillmoremiamibeach @orquestra.batukadeiras.pt

Un post condiviso da Madonna (@madonna) in data: 24 Dic 2019 alle ore 7:59 PST


Nel post pubblicato nella giornata di mercoledì, Madonna racconta di come sia riuscita a portare a termine lo show nonostante le sofferenze che stava provando in quel momento: “Mentre salivo la scala per cantare Batuka sabato sera a Miami ero in lacrime per il dolore causato dalle mie lesioni, dolore che è stato indicibile negli ultimi giorni. Durante ogni canzone che ho cantato, ho detto una preghiera per riuscire ad arrivare a quella successiva e terminare lo show.

Nel corso del messaggio, la cantante ha tuttavia affermato che malgrado la stoica resistenza al dolore sia giunto ormai il momento di prendere serie contromisure, al fine di evitare che il problema degeneri in maniera irreversibile: “Mi considero una guerriera, non mi arrendo mai, tuttavia, questa volta devo ascoltare il mio corpo e accettare che il mio dolore sia un avvertimento. Ho trascorso gli ultimi due giorni con i medici, scansioni, ultrasuoni, raggi X. Mi hanno spiegato che se devo continuare il tour, devo riposare il più a lungo possibile in modo da non infliggere ulteriori danni irreversibili al mio corpo”.

I precedenti concerti cancellati

Nelle scorse settimane, Madonna aveva già dovuto annullare le date del suo tour previste per la città di Boston anche se in quel caso non aveva specificato la ragione dei suoi problemi di salute. Stando ad alcune indiscrezioni trapelate sui media statunitensi, sembra tuttavia molto probabile che in quell’occasione a fermare la popstar sia stata una lesione al legamento crociato.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora