×

Iva Zanicchi: oggi mi farebbero cantare “prendi questa mano Rom”

Condividi su Facebook

In una recente intervista Iva Zanicchi ha condiviso momenti del passato e alcune sue idee sul mondo attuale e sulla situazione politica italiana.

Iva Zanicchi

In una recente intervista Iva Zanicchi ha ricordato e rivissuto alcuni momenti della passato e alcune sue idee sul mondo attuale. A seguito della constatazione «Nel 1969 lei vinse con Zingara», la Zanicchi non si è lasciata sfuggire l’occasione ed ha risposto con un pungente e allusivo: Oggi mi farebbero cantare “Prendi questa mano, rom…”»

Iva Zanicchi e la politica: le motivazioni

Durante l’intervista, Iva Zanicchi ha raccontato anche la motivazione che l’ha portata ad avvicinarsi al mondo della politica: vendicare il padre. La cantante afferma che: «Si candidò per il Psdi: prese un solo voto, il suo. Neanche quello della moglie. Lui la afferrò per il collo, furibondo. Lei rispose: “Non posso andare all’inferno per colpa tua!”. La motivazione per cui la moglie non votò il marito è dovuta al fatto che il parroco allora le avrebbe detto che le si sarebbero prospettate le fiamme eterne qualora avesse votato socialdemocratico.

Iva Zanicchi ha parlato anche del suo primo incontro con Silvio Berlusconi e di come sia rimasta affascinata dalla sua personalità: «Mi avevano offerto un sacco di soldi per condurre una trasmissione.

Rifiutai. Mi invitò a casa sua. Andai in bicicletta — abitavo già qui a Lesmo, vicino ad Arcore —, decisa a chiedere il triplo. Mi portò in un teatrino con il pianoforte. Pensai: ora mi tocca cantare. Cantò lui, per un’ora. Mi affascinò. Parevo Fracchia. Firmai alla cifra che mi avevano proposto»

Le dichiarazioni su Salvini, Bonaccini e Borgonzoni

La celebre cantante ha speso alcune parole anche a difesa dell’ex ministro degli interni Matteo Salvini sostenendo che «È una persona di cuore. Molto affettuoso con i figli: li portava pure al Parlamento europeo, ce li mostrava orgoglioso. Certo, a volte è un po’ eccessivo. Ma l’immigrazione va regolata»

In vista delle prossime elezioni regionali in Emilia Romagna, la regione che ha dato i natali alla cantante, non sono mancate le domande su Bonaccini e Borgonzoni.

La Zanicchi, sostiene che probabilmente la sua regione resterà di Sinistra anche se i sondaggi sembrano propendere verso destra, e quando le viene chiesto per chi voterebbe afferma che: «Io di sinistra non sono, ma guardo le persone. Ho visto in tv la Borgonzoni e non mi è piaciuta. Questo Bonaccini ha governato bene. Perché non riconfermarlo?».

Nato in Provincia di Lucca nel 1993, si è laureato in “Psicologia della Comunicazione e del Marketing” presso L’università di Roma “La Sapienza”. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per Cina in Italia e per diversi Blog Aziendali.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Martino Grassi

Nato in Provincia di Lucca nel 1993, si è laureato in “Psicologia della Comunicazione e del Marketing” presso L’università di Roma “La Sapienza”. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per Cina in Italia e per diversi Blog Aziendali.

Leggi anche