×

Harvey Weinstein positivo al Coronavirus: è in insolamento in carcere

Condividi su Facebook

Harvey Weinstein è risultato positivo al Coronavirus, ed è stato messo in totale isolamento in carcere.

Weinsteincoronavirus
Weinsteincoronavirus

Harvey Weinstein, il produttore balzato alle cronache per le violenze da lui perpetrate contro alcune delle attrici più famose del mondo (e per cui ora sta scontando la sua pena in carcere), è risultato positivo al Coronavirus. Il produttore sarebbe in isolamento in carcere.

Weinstein positivo al Coronavirus

Harvey Weinstein è risultato positivo a covi-19, e starebbe scontando la sua pena in isolamento nel carcere di Wende Correctional Facility, a New York, dopo il suo trasferimento da Rikers Island. Sembra che i primi sintomi del Coronavirus si siano manifestati mentre Weinstein era in galera a Rikers Island, e del resto il produttore è stato condannato in via definitiva meno di un mese fa per le violenze da lui perpetrate ai danni di alcune donne e aspiranti attrici (molte delle quali famose dive del cinema internazionale).


La difesa di Weinstein aveva chiesto che il produttore scontasse la sua pena agli arresti domiciliari per via delle sue già precarie condizioni di salute, ma la proposta non sarebbe stata accordata dai giudici che l’hanno condannato a 23 anni di carcere. Weinstein ha rischiato l’ergastolo, ma è stato assolto dalla condanna per aggressione sessuale predatoria.

All’annuncio della sua condanna a 23 anni di Carcere avevano gioito molte delle attrici che sono state vittime del produttore, una su tutte Asia Argento (la prima a denunciarlo pubblicamente in Italia, e seguita da molte altre attrici). Non si hanno notizie su quelle che sarebbero le attuali condizioni di salute di Harvey Weinstein che lo scorso 19 marzo ha compiuto 68 anni.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.