×

Coronavirus, in arrivo il primo film ambientato in un ascensore

Condividi su Facebook

Presto in arrivo "Corona", il film che racconta le dinamiche sociali della pandemia da Covid-19: a firmarlo è il regista iraniano Keshvari

coronavirus film
coronavirus film

Le sale cinematografiche sono al momento tutte ovviamente chiuse, tuttavia già si pensa al prossimo film che racconterà il Coronavirus. A firmare “Corona”, questo il titolo della pellicola, è il regista iraniano Mostafa Keshvari, attualmente residente in Canada. Si tratta di un thriller psicologico che avviene nella fase iniziale della pandemia globale. La storia è però ambientata in un ascensore, dove una giovane cinese rimane intrappolata con altre 7 persone. La tragedia nasce dal fatto che la ragazza potrebbe aver contratto il virus. Cosa accadrà dunque ai protagonisti reclusi nell’angusto spazio?

Coronavirus: il film sul pregiudizio

“Corona” affronta apertamente il tema del pregiudizio, parlando di paura, di società e di scelte morali. L’idea è nata nella mente del regista proprio mentre si trovava in ascensore, leggendo la notizia delle vessazioni ai turisti cinesi per la paranoia legata al virus.

“Il Covid-19 è stato denominato all’inizio come virus cinese, ma ora colpisce tutti, non è un problema razziale. Adesso tutta l’umanità deve unirsi per sconfiggerlo. Il virus non discrimina, perché dovremmo farlo noi?”. Così ha dunque precisato Keshvari in una recente intervista.


Il film è stato girato in pochi giorni nel mese di febbraio, con una troupe composta da poco più di venti persone. Si era ancora all’inizio dell’epidemia all’infuori della Cina, quando tutti pensavano che sarebbe passata in fretta. Purtroppo così non è stato. Il film sarà diffuso in streaming.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.