×

Coronavirus, la lotta di Pink: “Pensavo di morire”

Condividi su Facebook

Pink ha rivelato come abbia temuto per la sua vita e quella di suo figlio dopo aver contratto il Coronavirus.

CoronavirusPink
CoronavirusPink

La cantante statunitense Pink ha rivelato che lei e suo figlio Jameson sono risultati positivi al Coronavirus e che per settimane hanno lottato contro la malattia. La cantante ha descritto i sintomi avuti da lei e suo figlio e non ha nascosto la propria paura difronte all’epidemia.

Pink: le parole sul Coronavirus

Fortunatamente sia Pink sia suo figlio Jameson sono guariti dal Coronavirus. La cantante ha fatto un’importante donazione per la ricerca e, una volta guarita, ha scritto un lungo post chiedendo al governo di rendere più accessibili i test per i suoi cittadini (negli USA un test arriverebbe a costare fino a 3000 dollari). La cantante ha anche parlato del suo terrore quando pensava che sarebbe morta a causa della malattia, e della paura provata quando anche il suo figlio più piccolo, Jameson, ha iniziato a sviluppare i sintomi:

“Mi sono svegliata una notte e non potevo respirare (…) ho iniziato ad avere paura. (…) Mio figlio di 3 anni, Jameson, ha avuto il peggio. Ho trascorso notti a piangere e a pregare. Pensavo che ai bambini non sarebbe successo nulla (…) non è garantito”, ha raccontato la cantante nella sua straziante intervista.

La cantante si sta battendo in prima linea, così come molti altri artisti, per fornire il suo contributo contro l’emergenza sanitaria. Fortunatamente lei e suo figlio Jameson, dopo alcune settimane, sono risultati negativi al tampone.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.