×

Insulti omofobi per Giovanni Ciacci: “Denuncio alla polizia”

Condividi su Facebook

Il conduttore ha deciso di denunciare le offese ricevute su Instagram. "Ho faticato per riuscire a lavorare in un mondo che non è aperto".

giovanni ciacci insulti

Il conduttore Giovanni Ciacci è stato vittima di insulti omofobi. Sui social lo sfogo e l’annuncio: “Ho lottato tutta la vita affinché questo non accadesse. Denuncio tutto alla Polizia”. Catena di solidarietà dalla gente comune ed i vip.

Insulti omofobi per Giovanni Ciacci

Giovanni Ciacci ha deciso di fare coming-out sugli haters che continuano ad offenderlo. Sono innumerevoli le frasi volgari e violente che riceve sui social, tutte di stampo omofobo. Il conduttore ha taggato i un post su Instagram la polizia postale assicurando che tutto ciò che gli è stato detto verrà denunciato alle autorità.

Ho pensato molto prima di pubblicare le ennesime offese che puntualmente ogni giorno mi scrivono persone che su i social non ci mettono la faccia ma solo le loro cattiverie e frustrazioni – ha spiegato il conduttore – .

Ho pensato molto a pubblicarle perché pensavo che a pubblicare facevo il loro gioco facendoli sentire importanti. Poi ho mi sono detto tra me e me che ho lottato tutta la vita per evitare che succedessero queste cose. Ho ballato con un uomo in uno show tv per affermare il diritto alla libertà di essere sempre se stessi. Ho faticato per riuscire a lavorare ed imporre la mia libertà di espressione in un mondo che sembra aperto al mondo omosessuale, ma in realtà non lo è”.

Visualizza questo post su Instagram

Ho pensato molto prima di pubblicare le ennesime offese che puntualmente ogni giorno mi scrivono persone che su i social non ci mettono la faccia ma solo le loro cattiverie e frustrazioni . Ho pensato molto a pubblicarle perché pensavo che a pubblicare facevo il loro gioco facendoli sentire importanti . Poi ho mi sono detto tra me e me che ho lottato tutta la vita per evitare che succedessero queste cose , che ho ballato con un uomo in uno show tv per affermare il diritto alla libertà di essere sempre se stessi , che ho faticato per riuscire a lavorare ed imporre la mia libertà di espressione in un mondo che sembra aperto al mondo omosessuale , ma in realtà non lo è ,che ho scritto libri cercando di raccontare storie di persone straordinarie con una vita arcobaleno , ma tutto questo a quanto pare non è servito a nulla .Da oggi basta ! Pubblicherò tutte le offese , gli insulti e le frasi razziste a sfondo omofobo che mi vengono rivolte denunciando tutto alle autorità competenti sperando che questo incubo finisca al più presto, sia per me che per tutte le persone come me subiscono quotidianamente insulti e offese di ogni genere . Spero che la politica risolva questo problema di odio e incitamento all’odio che si diffonde tramite queste persone meschine su i social , mettendo pene severe , provvedimenti rapidi e normative chiare per chi incita all odio sotto ogni genere… e spero che la polizia postale intervenga rapidamente per fermare questo barbaro orrore #basta #basta #basta #stopomofobia #italy @poliziapostaleofficial

Un post condiviso da Giovanni Ciacci (@giovanniciacci) in data: 12 Giu 2020 alle ore 2:08 PDT

L’appello alla politica e la polizia

Ciacci poi si appella alla politica e spera che si possa continuare a lavorare per arginare il problema della violenza contro gli omosessuali.

In chiusura anche l’appello alla polizia.

Da oggi basta! – continua Ciacci– Pubblicherò tutte le offese, gli insulti e le frasi razziste a sfondo omofobo che mi vengono rivolte denunciando tutto alle autorità competenti sperando che questo incubo finisca al più presto, sia per me che per tutte le persone come me subiscono quotidianamente insulti e offese di ogni genere. Spero che la politica risolva questo problema di odio e incitamento all’odio che si diffonde tramite queste persone meschine su i social, mettendo pene severe, provvedimenti rapidi e normative chiare per chi incita all’odio sotto ogni genere – conclude il conduttore– e spero che la polizia postale intervenga rapidamente per fermare questo barbaro orrore”.

La solidarietà dei vip

Subito dopo il post si è scatenata una catena di solidarietà nei confronti del conduttore. A sua difesa tanta gente del popolo ma anche vip come Sabrina Salerno, Elenoire Casalegno, Sandra Milo ed Eva Henger.

Che gente ignorante– ha scritto la Henger-. Giovanni menomale che io e te non siamo come loro. Sono quasi dispiaciuta per loro, perchè non saranno belli, felici, sorridenti e colorati come noi”.

Vive a Castellammare di Stabia in provincia di Napoli. Ha una laurea in arti visive, musica e spettacolo, un master in giornalismo e comunicazione ed uno in organizzazione e promozione di Festival ed eventi musicali.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Annalibera Di Martino

Vive a Castellammare di Stabia in provincia di Napoli. Ha una laurea in arti visive, musica e spettacolo, un master in giornalismo e comunicazione ed uno in organizzazione e promozione di Festival ed eventi musicali.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.