×

Luxuria contro J.K Rowling: “È diventata come Voldemort”

Vladimir Luxuria ha paragonato J. K Rowling a Lord Voldemort per le sue parole a proposito dei trans.

Vladimir-Luxuria-Rowling
Vladimir-Luxuria-Rowling

J.K. Rowling, autrice di Harry Potter, è finita nell’occhio del ciclone per alcune delle frasi da lei scritte via Twitter e che in molti avrebbero giudicato come transfobiche. Sulla questione si è espressa anche Vladimir Luxuria, che ha affermato che a suo avviso le parole dette dalla Rowling non farebbero altro che contribuire alle discriminazioni nei confronti delle trans.

Luxuria contro la Rowling: le parole

J.K. Rowling si è attirata contro una vera e propria bufera con i suoi post al vetriolo contro le leggi in Scozia per la comunità trans, e molti dei suoi lettori si sono delusi per le opinioni dell’autrice in tal senso. Anche metà del cast di Harry Potter si è rivoltato contro di lei: Daniel Radcliffe ed Emma Watson ad esempio (due ex protagonisti del film, ma anche Eddy Redmayne) hanno comunicato il loro dissenso via social, affermando di rispettare e amare tutte le persone trans.

Sulla questione si è espressa anche Vladimir Luxuria, prima transgender ad essere eletta in Parlamento, che ha paragonato la famosa scrittrice al suo personaggio “cattivo” per antonomasia: Lord Voldemort.

“Mi sembra che la Rowling sia immedesimata un po’ troppo nel suo personaggio, il cattivo Voldemort. Il cattivo di Harry Potter teorizzava la purezza del sangue”, ha affermato Luxuria con una punta d’ironia, e aggiungendo anche che a suo avviso, le affermazioni della Rowling, sarebbero un drammatico esempio di come molte cose sulla discriminazione di genere non siano chiare:

“È brutto proprio che sia una donna che dovrebbe conoscere la discriminazione di genere, che dovrebbe essere dotata di sensibilità artistica, a diventare la portatrice e la portavoce di quella mentalità maschilista che ieri negava le donne e oggi nega le trans”, ha affermato l’attivista.

Rowling si scuserà per quanto da lei affermato?

Contents.media
Ultima ora