×

Rita Dalla Chiesa: “È peccato volere l’estinzione del popolo cinese?”

Condividi su Facebook

Rita Dalla Chiesa si è espressa con toni duri a proposito dell'estinzione di tutto il popolo cinese, reo dei massacrare i cani.

Rita Dalla Chiesa estinzione cinese

Rita Dalla Chiesa torna al centro della polemiche dopo che nelle scorse settimane si era particolarmente esposta su Twitter per dire la sua in merito a questioni legate al mondo della politica e soprattutto della giustizia, con specifico riferimento al caso Palamara.

Questa volta, invece, Rita Dalla Chiesa se la prende con il popolo cinese augurandosi che questo possa presto arrivare all’estinzione. Il motivo è la notizia dell’inizio del Festival della carne di cane di Yulin in Cina dove ogni anno vengono macellati migliaia di animali. Queste le parole dell’ex conduttrice di Forum: “È peccato mortale volere l’estinzione del popolo cinese?”.

Rita Dalla Chiesa estinzione cinese

Malgrado per la cultura italiana ciò che viene fatto in Cina con cani e gatti risulti qualcosa si assolutamente inaccettabile, la brutalità delle parole della Dalla Chiesa è apparsa a molti utenti del social network decisamente fuori luogo.

Proponendo l’estinzione di un’intera popolazione si generalizza a tutti, anche ai molti che combattono in Cina affinché cessi la macellazione di cani e gatti.

L’uscita della giornalista e conduttrice tv, per quanto lodevole nella causa e nell’intento, è risultata ai più inappropriata.

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Giuseppe
22 Giugno 2020 22:01

Ci si indigna per la macellazione degli animali e non per la sorte di tanti oppositori del regime cinese arrestati, brutalizzati e anche soppressi. Sono veramente disgustato!


Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.

Leggi anche

Contents.media