×

Emilio Fede dopo la caduta: “Ho paura di morire”

Condividi su Facebook

Emilio Fede sull'incidente: "Ho avuto tanta paura". La moglie si scaglia contro Berlusconi: "Un ingrato".

emilio fede

Il giornalista Emilio Fede è stato intervistato a seguito dell’incidente che lo ha costretto al temporaneo ricovero in ospedale, a fine novembre 2019. Il conduttore si è detto molto impaurito e preoccupato per quanto accaduto: “Ho quasi perso un occhio, ho dolori ovunque ma per fortuna sono ancora capace di intendere e di volere“.

La moglie dell’ex direttore del Tg4, anche lei intervistata, sembra smentire: “Perso un occhio? Ma no non mi pare“. Poi sferra l’attacco contro Berlusconi: “Un ingrato, pensa solo a sè stesso“.

Emilio Fede parla della caduta

A fine novembre scorso Emilio Fede è stato, suo malgrado, protagonista di una brutta caduta che lo ha costretto in ospedale: “Ho battuto la testa forte, mi hanno operato al naso.

Sono rimasto mezz’ora per terra e non avevo né le forze per alzarmi né per gridare. Per fortuna un custode mi ha visto e ha chiamato i soccorsi. La notte mi sveglio con l’incubo di quella caduta e a volte ho paura persino ad addormentarmi perché temo di non svegliarmi più“. Emilio Fede sta scontando gli arresti domiciliari per il caso Ruby: è stato condannato a 4 anni e 7 mesi.

Nella serata del 22 giugno 2020, il giornalista è stato arrestato mentre si trovava a Napoli, insieme alla moglie Diana De Feo, per essersi allontanato senza permesso dall’abitazione di Segrate dove deve scontare la condanna.


Le parole sulla moglie

Il giornalista ha parlato della sua vita in casa, solo.

Temo di morire ai domiciliari, ma non me lo merito. Passo le mie serate da solo, al massimo mi cucino gli spaghetti“. Sulla moglie, Diana Del Feo, dice: “È a Napoli, ha problemi di salute e non è in grado di venire a Milano. Io non posso vederla, non mi danno il permesso. Mi auguro solo che chi mi ha messo in questa condizione non abbia da rispondere alla sua coscienza“. La versione della donna, tuttavia, sembra essere discordante: “Perso un occhio? Rotto il naso? Non mi pare, certo al botta…

Ero a Parigi. Ora sono a Roma ma sto per partire per Napoli, devo organizzare un concerto di musica e poesia. Andrò a trovarlo appena posso“.

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Antonella Ferrari

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.