×

I 12 errori più comuni quando si cucina

Condividi su Facebook

Cottura, ingredienti e coltelli giusti. Questi sono alcuni dei suggerimenti per non commettere errori quando si cucina.

cucina errori

Sono 12 alcuni degli errori più comuni in cucina. Fiamma alta, sale nell’acqua prima del momento e coltelli sbagliati. Alcuni dettagli possono cambiare totalmente la gustosità dei piatti.

I 12 errori in cucina

Eseguire bene le ricette non basta per cucinare bene.

Alcune volte le azioni più semplici, quelle che sembrano apparentemente più scontate, possono fare davvero la differenza in cucina.

Ecco quali sono gli elementi fondamentali per la buon riuscita di un piatto.

  • Attenzione alla fiamma: per risparmiare tempo alcune volte vengono cotti i cibi a fiamma sostenuta. Questo può rovinare il pranzo ebruciarlo. La fiamma alta può essere l’ideale se si cuoce la carne, ma nel caso delle verdure deve essere media.

    Bisogna rispettare la temperatura diversa per ogni tipo di cibo.

  • Non mescolare: cercare con il mestolo di mixare gli ingredienti troppo spesso non porta a buoni risultati. La pazienza aiuta, e, mescolare di tanto in tanto con criterio, ad esempio un risotto, eviterà la realizzazione di poltiglia. Si consiglia di usare mestoli di legno o in silicone, evitando quelli in metallo.
  • Non riempire troppo la padella: bisogna rispettare i tempi di cottura ma anche lo spazio.

    Non bisogna mettere troppi ingredienti nella padella. Con troppi elementi nella stessa padella ci sarà difficoltà a girare. Riempiendo troppo lo spazio si finirà per avere un piatto cotto sul fondo e crudo in superficie.

  • Condimento: condire il cibo è fondamentale ma bisogna fare con criterio. Non bisogna esagerare con sale ed olio. Lo stesso vale con spezie e dado, ma anche con aromi e profumi. Quest’ultimi se messi in eccesso possono coprire i sapori degli alimenti, come carne o verdure.
  • Aggiungere il sale troppo presto: il sale quando si cuoce la pasta non va aggiunto prima che l’acqua inizi a bollire. Inoltre, la quantità dev’essere compatibile con i grammi di pasta che si vogliono cuocere. Aggiungere il sale troppo presto significa impedirgli di sciogliersi completamente. In questo caso l’acqua avrà bisogno di più tempo e di raggiungere la temperatura di 100° e risulterà sapida.
  • Il soffritto: il sugo soffritto è sicuramente buonissimo ma per ottenere un sapore impeccabile bisogna dorare gli ingredienti e non bruciarli.

    Per questo bisogna far scaldare la padella, unire olio e dopo la cipolla, sedano, carota ed aglio. Una volta dorati bisogna aggiungere il sugo, facendolo cuocere lentamente. Se l’aglio si annerisce bisogna toglierlo dalla padella.

  • Non assaggiare: il cibo va sempre assaggiato! Come insegnano gli chef stellati, assaggiare i propri piatti in modo da aggiustare qualche ingrediente che non va. In primis, per essere sicuri della riuscita bisogna seguire le ricette e prestare molta attenzione alla preparazione
  • Cuocere il basilico: il basilico è il tocco finale del piatto. Metterlo durante la cottura, però, è sbagliatissimo. In questo modo si cuocerà e perderà il sapore unico che ha invece, quando viene aggiunto correttamente soltanto alla fine, crudo.

I consigli per la carne

Oltre ai consigli generici per i piatti più disparati, va fatto un discorso a parte per la carne. Alcuni consigli pratici possono aiutare a cuocere nel modo giusto tutti i tipi di carne.

  • La cottura: durante la cottura della carne, i succhi tendono a conservarsi verso il centro. Questo vuol dire che dopo la cottura si avrà una carne secca all’esterno ma più succosa verso l’interno. La soluzione è lasciar riposare la carne prima di tagliare e servire. In questo modo i liquidi si estenderanno e la carne diventerà totalmente tenera.
  • I coltelli giusti: anche senza i coltelli da cucina industriale si possono tagliare correttamente verdure, pane ma soprattutto la carne. L’importante è capire che esiste la lama giusta per ogni tipo di cibo. Questo permette di non rovinarli e favorire anche la giusta cottura.
  • Salare le carni: Le carni durante la cottura, come già detto, rilasciano succhi e liquidi. Mettere il sale durante la cottura non aiuta. Quest’ultimo assorbe l’umidità e rischia di rendere secca la carne. Solo alla fine della cottura si potrà aggiungere la carne.
  • Scongelare carne ed altri alimenti: scongelare i cibi non è processo semplice. Se viene fatto male si rischia di perdere le caratteristiche organolettiche degli alimenti rovinando i piatti.

Vive a Castellammare di Stabia in provincia di Napoli. Ha una laurea in arti visive, musica e spettacolo, un master in giornalismo e comunicazione ed uno in organizzazione e promozione di Festival ed eventi musicali. Ha studiato canto e pianoforte, incidendo un album e partecipando a premi nazionali come il Premio Mia Martini. Appassionata di spettacolo, televisione e musica italiana, da anni segue il Festival di Sanremo nonché manifestazioni sul territorio concernenti le arti visive.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Annalibera Di Martino

Vive a Castellammare di Stabia in provincia di Napoli. Ha una laurea in arti visive, musica e spettacolo, un master in giornalismo e comunicazione ed uno in organizzazione e promozione di Festival ed eventi musicali. Ha studiato canto e pianoforte, incidendo un album e partecipando a premi nazionali come il Premio Mia Martini. Appassionata di spettacolo, televisione e musica italiana, da anni segue il Festival di Sanremo nonché manifestazioni sul territorio concernenti le arti visive.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.