×

Coronavirus, Piero Angela: “Serve esercito in strada”

Condividi su Facebook

Il conduttore di SuperQuark, Piero Angela, ha parlato del Covid dicendo che è necessaria la presenza dell'esercito nelle strade

Piero Angela contro i negazionisti: "Sono degli untori"

“Serve l’esercito in strada per controllare il rispetto delle norme anti-Covid”. A sostenerlo è stato Piero Angela nel corso della presentazione della nuova stagione di SuperQuark+ che andrà in onda su RaiPlay in 10 puntate da 15 minuti. Durante la presentazione della trasmissione Piero Angela si è quindi scagliato contro chi non usa la mascherina e non rispetta il distanziamento sociale: “Sono degli untori – ha dichiarato- soprattutto se sono stati ben informati,” Alla veneranda età di 91 anni, il padre di SuperQuark se la prende con i negazionisti che definisce vittime della mala informazione.

Piero Angela contro i negazionisti

Nella giornata di domenica, il ministero dell’Interno ha diramato i dati dei controlli effettuati per il rispetto delle norme per ridurre la diffusione del Covid e, tutto sommato, è emerso che la maggioranza dei cittadini si attiene alle regole. Solo nella giornata del 3 ottobre, le Forze di polizia hanno verificato 53.118 persone, 186 delle quali sanzionate e 4 denunciate per allontanamento dall’abitazione in violazione dell’obbligo di quarantena.

Controlli anche su 6.865 attività ed esercizi commerciali: 15 i titolari sanzionati, 2 provvedimenti di chiusura. Insomma, stando agli ultimi dati diffusi dal Viminale, gli italiani rispettano le regole. Per Piero Angela è necessario che si faccia di più per combattere il virus che ha definito mortale. “Non si può dover chiedere per favore mettete le mascherine – ha affermato il conduttore di SuperQuark – ma bisogna che in strada ci sia l’esercito a controllare”.

Angela ha parlato anche nei negazionisti dicendo che molti di loro si possono recuperare.

Giornalista pubblicista dal 2006, collabora con il quotidiano La Sicilia ed è direttore del quotidiano online Novetv.com. Ha firmato articoli anche per il FattoQuotidiano.it, nel 2018 ha vinto il premio internazionale Luchetta per un'inchiesta sul caporalato. Autore del libro "L'Infanzia Negata" edito da Albatros.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Manlio Amelio
6 Ottobre 2020 09:51

si da visibilità e risonanza mediatica all’ incapaci e all’ incompetenti come Angela che sostiene che la colpa della trasmissione del virus è di chi non mette la mascherina, dicendo poi che sono quattro gatti, e se allora sono solo pochissimi che non rispettano le regole come mai da più di due settimane i contagi viaggiano sopra i 2000 infetti? e mai possibile che quattro gatti che non indossano la mascherina infettano più di 2000 persone al giorno? Piero Angela ma vai a cagare in qualche ospizio e buttate via la chiave… ripeto per la terza volta la gente si… Leggi il resto »


Contatti:
Carmelo Riccotti La Rocca

Giornalista pubblicista dal 2006, collabora con il quotidiano La Sicilia ed è direttore del quotidiano online Novetv.com. Ha firmato articoli anche per il FattoQuotidiano.it, nel 2018 ha vinto il premio internazionale Luchetta per un'inchiesta sul caporalato. Autore del libro "L'Infanzia Negata" edito da Albatros.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.
,