×

Adduci, il nuovo singolo, “L’amore stravolge e fa perdere la bussola”

Condividi su Facebook

Nell’intervista esclusiva, Adduci ha presentato il suo nuovo singolo, “Una ragione per odiarti”, e svelato i progetti futuri.

Adduci una ragione per odiarti
Adduci una ragione per odiarti

Dopo il brano “Una parte di me”, Adduci presenta un nuovo singolo, “Una ragione per odiarti”. Se è vero che “al cuor non si comanda”, quanto può essere dirompente l’intensità di questo sentimento così speciale, travolgente, disarmante? Lo spiega Adduci nell’intervista esclusiva, nel corso della quale ha descritto l’idea dalle quale prende le mosse il suo nuovo singolo, ha confidato le sue emozioni e svelato nuovi progetti.

Grande cura anche per la realizzazione del videoclip ufficiale, scritto e diretto da Francesco Mucci, interpretato da Germana Di Marino e Raffaele Parisi. Le immagini raccontano un combattimento interiore, in cui a fronteggiarsi sono la paura di innamorarsi – che spesso è frena i sentimenti – e l’amore stesso, che prima o poi arriva e travolge ogni cosa. “Come un fine sommelier Francesco Mucci ha realizzato un abbinamento per contrasto: quale miglior genere per raccontare la paura di un uomo se non l’horror? E, proprio come fa un buon vino, oltre a esaltare le proprie qualità e caratteristiche riesce nell’intento di sottolineare le sfumature della portata che viene servita.

Ne risulta un’ulteriore tonalità emotiva che fa quasi sorridere, centrando l’obiettivo di affrontare con leggerezza l’argomento”, ha dichiarato il cantante.

Adduci presenta “Una ragione per odiarti”

Innamorarsi è una sciagura. Quanto più si viene travolti dal sentimento tanto più alto risulterà infine il prezzo da pagare. Non si tratta di pessimismo quanto di un approccio strettamente razionale al problema: anche nel più classico degli esiti a lieto fine infatti, “vissero felici e contenti”, il tempo presenterà inevitabilmente il suo conto”, è il commento del giovane cantautore.

Tuttavia, non c’è arma contro la sorte e lui lo sa bene: Non decidiamo nulla del nostro destino e stiamo dunque parlando di niente. Così può capitare che anche uno come me si ritrovi a fissare il vuoto e sorridere pensando a qualcuno, rendendo vano ogni tentativo di fuggire dalle proprie paure”.

Adduci parlando di “Una ragione per odiarti”, la canzone che anticipa l’album di inediti, ha dichiarato: “Stavo montando una libreria e mi sono accorto che, mentre pensavo a una persona in particolare, sorridevo davanti a un muro.

Così ho iniziato a scrivere delle istantanee che mi passavano per la mente. Il tono romantico che ne è derivato mi sembrava lontano dalle mie corde. Eppure non ho rinunciato al progetto: ho deciso di procedere per contrarsi, non limitandomi a raccontare l’innamoramento, ma anche la paura nei confronti di un sentimento che è più grande di noi e che talvolta ci fa perdere la bussola”.

Ma la paura di innamorarsi è il più grande timore di Adduci? “Non so se è una delle mie più grandi paure.

Però, come ogni persona che insegue un sogno e ha una grande passione, ho paura di tutto ciò che potrebbe farmi deviare dal percorso che ho tracciato nella mia vita. Sto seguendo una strada ben precisa e cerco di evitare tutto ciò che potrebbe farmi fuoriuscire dai binari”.

Il messaggio di Adduci

“Ti perdonerò ancora un’altra volta”, recita Adduci nel nuovo brano. Un gesto tanto altruista quanto difficile, ma a tal proposito lui non ha dubbi: “Penso che nella vita serva anche scendere a compromessi. La ricerca del compromesso può creare attriti. Ma per me il perdono è un concetto sottile, è la predisposizione a camminare insieme. Non percepisco neppure la frattura. Non riesco a essere ferito da qualcuno: cerco di immedesimarmi e comprendere il punto di vista altrui. Credo che ciascuno sia spinto ad agire secondo il proprio ideale di giusto”. Uno spunto importante quello di Adduci, una riflessione che è frutto di un’intima gentilezza e di estrema maturità.

“Non dovremmo sempre proiettare le nostre aspettative e fare progetti a lungo termine. Bisognerebbe godersi di più il presente”. Così Adduci ha spiegato un altro messaggio che connota il suo nuovo singolo, “Una ragione per odiarti”. “Il concetto di fondo è un po’ fatalista. Certi momenti accadono e basta, non tutto può essere posto sotto il nostro controllo”.

Ma anche ad Adduci è capitato di seguire il cuore e lasciarsi travolgere? “Per natura cerco di evitare ogni sconvolgimento, ma da un sentimento del genere anch’io sono stato completamente travolto. Quindi ha aggiunto: “Non ritengo le mie canzoni prettamente autobiografiche, ma c’è sempre qualcosa di vero e personale”.

Adduci una ragione per odiarti

I progetti di Adduci

Adduci non ha descritto solo il nuovo brano, “Una ragione per odiarti”, ma con entusiasmo ha dato alcune anticipazioni sui suoi prossimi lavori.

In attesa del nuovo album, che uscirà nel 2021, il cantautore svela che farà prima conoscere un altro singolo. Sul disco ha precisato: È un cantiere aperto. I suoi tratti sono già molto delineati, ma fino all’ultimo momento mi riservo di attuare qualche stravolgimento”.

Al momento “sono al lavoro con Marco Sbarbati, mio grande amico, in veste di produttore e chitarrista”. Lo scorso luglio, invece, Adduci ha collaborato insieme a Pepz e ne è nato il brano “Cloro”. A tal proposito, ha spiegato: “Da semplice produttore, ne è derivato un vero e proprio featuring”. Con profonda soddisfazione, ha commentato: “Sono sempre con le mani in pasta”.

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.