×

Il nuovo singolo di Giulia: “Un messaggio per le donne. Ora sogno Sanremo”

Condividi su Facebook

Passato d'attrice e presente fatto di musica: Giulia Luzi presenta "Prescindere da te": "Amiamoci e non lasciamoci schiacciare. Non annulliamoci".

Giulia Luzi Prescindere da te
Giulia Luzi Prescindere da te

In seguito al successo di “Mon amour”, brano che ha raggiunto 1.300.000 visualizzazioni e che ora è in rotazione persino nelle maggiori radio francesi, Giulia Luzi presenta il nuovo singolo, “Prescindere da te”. Una tappa importante per un percorso fatto di sogni e ambizioni.

Giulia sta delineando una carriera appassionante e avvincente e la musica ne è protagonista. Alla sua dolcezza unisce carisma e determinazione. Alla sua solarità lega talento e voglia di fare. Nell’intervista esclusiva, Giulia ha parlato del nuovo singolo, prodotto dal Maestro Luca Chiaravalli, dell’importanza delle donne e del valore di ciascuno. La giovane cantante ha svelato i prossimi progetti e confidato i desideri per il suo futuro.

Giulia Luzi racconta “Prescindere da te”

Il nuovo brano di Giulia è intenso e ricco di emozioni profonde. Ha meravigliosamente costruito un connubio di sentimenti che sanno di autenticità e parole che risuonano nell’animo di molte donne. Nel suo testo, infatti, in tante possono riconoscersi. Nelle sue parole, contornate da una melodia a tratti graffiante e a tratti soave, trapela rabbia, delusione, amarezza ma anche voglia di riscatto. Si assapora quell’incontenibile dolore per un sentimento interrotto, un amore finito, una speranza rivelatasi vana, illusoria, sgretolata per sempre.

Ma non manca la voglia di rialzarsi e reagire. Nessuna donna deve annullarsi, perdere la propria individualità solo per accontentare l’altro. In due si sta meglio, si condividono gioie e traguardi, difficoltà e sofferenze. Ci si sente arricchiti. Ma ciascuna vale da sola.

Ed è proprio questo il messaggio della cantante romana, che a proposito della sua nuova canzone ha spiegato: “Mi capita di osservare tante storie vissute da ragazze della mia generazione: mi accorgo che in molte coppie uno dei due dipende troppo dall’altro.

Volevo scuotere il mio pubblico, soprattutto dopo una canzone estiva che è stata classificata come “tormentone”. Ho unito un sound moderno a un messaggio importante che ci tengo a comunicare”. Come fatto anni fa con il brano “Paracadute”, “voglio mandare messaggi positivi e di forza, ricordando che ciascuno può contare su sé stesso. Quindi ha aggiunto: “Dobbiamo renderci conto del nostro valore in quanto esseri individuali, poi se si è in coppia è ancora meglio.

Ma questo non significa annullarsi. Bisogna in primis amare sé stessi”.

“Spesso ci si sente insicuri e quando al proprio fianco c’è una persona più fragile, il rischio è che venga un po’ “manovrata”. Invece, dobbiamo acquisire piena consapevolezza”, ha ribadito Giulia Luzi commentando il brano “Prescindere da te”.

Giulia è felicemente fidanzata, ma è consapevole che nella vita di coppia sia importante conservare la propria individualità perché. Perché come dice Khalil Gibran: “La quercia e il cipresso non crescono l’uno all’ombra dell’altro”. Parlando della sua canzone ha aggiunto: “Cantarla oggi ha un significato diverso rispetto, anche solo, a tre anni fa quando il concetto di coppia non aveva ancora per me questa valenza”. E ancora: Se finisce una storia, pur cosciente di quali siano i miei sentimenti, non devo dimenticare che non sono io a finire”.

Giulia Luzi Prescindere da te

La rabbia diventa immagine

Nel videoclip ufficiale, in cui vengono distrutti tutti gli oggetti che arredano la casa in cui si è consumato quell’amore concluso, trapela una rabbia viscerale. “Vorrei che le ragazze che finiscono una relazione d’amore siano in grado di reagire. Parlo di una donna forte, ferita ma consapevole del suo posto nel mondo. È finita la sua storia d’amore, ma non è lei a finire. Lei È, a prescindere da tutto. È importante anche sfogarsi ed esternare i pensieri che rischiamo di reprimere dentro di noi. Non consiglio a nessuno di distruggere casa, come si vede nel video, ma è un messaggio metaforico, invitando così a non trattenere nulla dentro di noi”, ha commentato Giulia.

Quindi ha aggiunto: “È importante riuscire a “urlare” la propria rabbia per tirare fuori quel dolore, che se tenuto dentro, ci avvelenerebbe. Non ci si può lasciare nel silenzio, mai: non si può tacere, né con l’altro né tantomeno con noi stesse”. Non è facile accettare la fine di una storia d’amore, ma bisogna avere rispetto di noi stessi e ricordarci quanto valiamo. Godremo per sempre della buona compagnia della nostra persona. Il video era un modo per esorcizzare”.

Giulia Luzi Prescindere da te

Giulia ha parlato anche di sé e del rapporto con gli altri, sottolineando che fortunatamente “non mi sono mai sentita annullata, né in amore né in amicizia. Ho reagito non appena ho avuto le prime avvisaglie”. Il merito, probabilmente, è del suo carattere forte e grintoso. “Per carattere non potrei mai tollerare una situazione del genere. Mi voglio troppo bene e non mi voglio lasciar schiacciare da nessuno. Poi è naturale in un rapporto dover raggiungere degli equilibri e scendere a compromessi. Però senza mai sentirmi totalmente dipendente dalle altre persone. Oggi più che mai è importante essere indipendenti. Quindi ha precisato: “È fondamentale avere punti fermi, che nel caso di Giulia corrispondono agli affetti più speciali, come “fidanzato, famiglia e amici più cari”. Ma sa che sé stessa può sempre contare, ha precisato.

Quindi ha tenuto a sottolineare: “Agli occhi degli altri conta moltissimo quello che noi comunichiamo”. A volte il carisma è il vero fascino, una caratterista travolgente che spesso lascia ammaliati. “Al contrario, ci sono ragazze che non si rendono conto della propria bellezza, considerandosi esteticamente poco carine. Purtroppo anche questa insicurezza trapela. Se riconosciamo il nostro valore, possiamo piacere per ciò che conta davvero, cioè per chi siamo e non tanto per la nostra estetica”.

La carriera e il futuro di Giulia

Giulia Luzi è entusiasta per il percorso che sta costruendo: dopo “Mon amour”, si gode il successo del nuovo brano, “Prescindere da te”. Ripensa al suo passato, ricordando con contentezza gli anni dei Cesaroni e la parte che ha interpretato. Il ruolo attoriale da lei intrapreso ha costituito un capitolo importante della sua vita, prima ancora della carriera. Crescendo e imparando nuovi segreti del mestiere, ora Giulia ha imboccato una nuova strada e la musica è protagonista assoluta. Ma tornerebbe a vestire i panni di attrice? Tornerei a fare l’attrice, ma preferirei che la musica restasse al centro del mio percorso. Mi piacerebbe avere un ruolo in un film, anche se fosse un cameo, però mi piacerebbe che la musica avesse il suo spazio, per esempio occupandomi anche della colonna sonora”, ha spiegato.

Immaginando il suo futuro, ha confidato: “Pensando al continuo della mia carriera, vorrei continuare a farmi conoscere attraverso la mia musica, con la quale mi piace mandare messaggi ben precisi, spronare le persone a essere migliori. Con le mie canzoni, mi piace poter comunicare il mio modo di pensare.

Difficile definire i progetti futuri, soprattutto in un periodo delicato e incerto come quello segnato dall’emergenza sanitaria. Ma Giulia ha in mente grandi progetti e non nasconde le sue ambizioni. “Nonostante il periodo incerto, in cui fare progetti non è semplice, spero di poter proseguire con il percorso che ho tracciato in particolare a partire dall’uscita di Mon amour”, ha dichiarato la cantante.

Dopo aver partecipato al Festival di Sanremo nel 2017 duettando con Raige, svela il suo desiderio di mettersi in gara da solista. Infatti, nell’intervista, ha svelato: Mi sono presentata per la nuova edizione di Sanremo. Partecipare al Festival è il mio sogno. Questa volta ritengo di avere brani forti. Tornare a calcare quel palco, ora che mi sento particolarmente pronta e cresciuta, penso possa essere molto importante per la mia carriera.

Giulia Luzi non ha parlato solo di musica e del suo nuovo singolo, “Prescindere da te”. Non nasconde i desideri più intimi sul suo futuro e aggiunge: “La mia meravigliosa famiglia mi ha trasmesso l’attaccamento ai valori della vita. Un domani vorrei costruire la mia famiglia. Sento che riuscirò a realizzare il mio desideri: conciliare la passione per la musica a una famiglia tutta mia”.

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Contents.media