×

Gf Vip, il Codacons chiede la chiusura del reality

Condividi su Facebook

Gf Vip sotto accusa da parte del Codacons.

Nuove polemiche si abbattono sulla quinta edizione del Grande Fratello Vip. Il reality condotto da Alfonso Signorini, infatti, è stato attaccato fortemente dal Codacons. “ È una discarica televisiva, dove gli autori buttano dentro i personaggi più assurdi e improbabili e lo fanno apposta per generare caos per dare vista a situazioni al limite della decenza”.

Queste sono state alcune parole usate. Tanti sono stati gli episodi che hanno fatto discutere nel corso di questi due mesi di reality. Basti pensare alle frasi sessiste di Francesco Oppini o al cantante Fausto Leali, espulso dopo appena una settimana, per le parole razziste verso Enock Barwuah. Ha fatto molto discutere anche Patrizia De Blanck, la quale, con il suo modo di parlare molto colorito, ha finito per dividere l’opinione del pubblico fuori dalla casa.

Mai come questa volta, dunque, il Codacons sembra voler fare sul serio.

La richiesta del Codacons

Intervistato dal settimanale Nuovo Tv, il Codacons ha avanzato una proposta ad Alfonso Signorini. “Vorrei che ci facesse essere presenti per supervisionare i messaggi che arrivano ai giovani e per far rispettare le regole del televoto”. Così ha dichiarato il responsabile al settimanale. Insomma, si vorrebbe essere presenti nello studio di Cinecittà del Grande Fratello Vip in modo tale da bloccare sul nascere ogni possibile polemica.

Altro tema che è stato affrontato è quello del televoto. Nelle scorse settimane, infatti, in molti hanno avanzato delle perplessità in ordine alla regolarità del televoto che ha condotto all’eliminazione precoce di Franceska Pepe.

Antonio Maione, 21 anni, studia Giurisprudenza all'Università Federico II. Collabora con Blasting News e con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Antonio Maione

Antonio Maione, 21 anni, studia Giurisprudenza all'Università Federico II. Collabora con Blasting News e con Notizie.it.

Leggi anche

Contents.media