×

Respiro, il nuovo singolo: “La musica come metafora della storia”

Hanno realizzato oltre 150 concerti in Italia e in Europa e aperto esibizioni di Nina Zilli e La Municipàl: ora i Respiro presentano il nuovo singolo.

Respiro La musica del futuro
Respiro La musica del futuro

La musica electro-pop unita all’alternative hip-hop, contornato dalle inconfondibili melodie salentine, ha dato vita al duo Respiro, che dal 1 dicembre presentano il nuovo singolo, “La musica del futuro”. Dopo il brano “Nqsb”, recentemente selezionato per una presentazione nella trasmissione Esordi, in onda su Rai Radio2, il duo presenta “La musica del futuro”, che anticipa il disco di inediti ormai prossimo all’uscita: per poterlo ascoltare bisognerà pazientare ancora per poco.

Respiro, “La musica del futuro”

Respiro, il duo composto da Francesco Del Prete e Lara Ingrosso, presenta al pubblico il nuovo singolo, “La musica del futuro”. Con la loro caratteristica ironia, i Respiro seguono l’avventura del viaggiatore protagonista del brano, scoprendo un mondo decadente e sconfitto, esausto per guerre, precarietà, razzismo. È un viaggiatore che arriva dal futuro nella speranza di approdare in un passato migliore. Delusione e sconforto, invece, saranno l’esito del viaggio.

Qui la musica non cambia mai. Sembra quella del futuro, ma è sempre la stessa”, recita il ritornello
del nuovo singolo dei Respiro, “La musica del futuro”. Ed è proprio la musica a diventare metafora per denunciare la ripetitività ciclica della storia, che prosegue inesorabile e commette sempre gli stessi errori. Un interessante spunto di riflessione che appare ancora più attuale in giorni difficili causati dell’emergenza sanitaria che sta compromettendo persino le tradizionali festività natalizie, da sempre sinonimo di gioia, condivisione e speranza.

Non manca neppure la provocazione rivolta allo scenario musicale odierno, spesso un mero copia e incolla dettato dal mercato, a scapito di originalità e unicità.

I Respiro hanno realizzato oltre 150 concerti in Italia e in Europa, aprendo esibizioni di artisti come Earth Wind and Fire, Marlene Kuntz, Nina Zilli, Radiodervish, La Municipàl. Il loro sperimentalismo e la voglia di innovarsi è un valore aggiunto nella loro musica, che ha permesso al duo di ottenere numerosi premi, tra i quali il Premio Rivelazione Lunezia (2013) e la Targa Siae dedicata a Sergio Endrigo per la miglior personalità artistica al Biella Festival (2013).

Contents.media
Ultima ora