×

Elga Enardu in ospedale: come sta dopo il malore

Elga Enardu si è sentita male ed è stata portata in ospedale a causa di un malore improvviso. Le sue condizioni.

Elga Enardu

Elga Enardu, sorella gemella di Serena Enardu, ha accusato un malore improvviso ed è stata portata in ospedale. La donna è conosciuta per aver partecipato all’edizione di Uomini e Donne del 2008/2009, per poi innamorarsi di un altro protagonista del programma, Diego Daddi.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da ❤Pago&SerenaPerSempre💖 (@pagoeserenapersempre)

Elga Enardu in ospedale

Momento di grande paura per Elga Enardu, che è stata improvvisamente ricoverata in ospedale. La gemella di Serena Enardu, che in passato ha preso parte a Uomini e Donne nel ruolo di tronista, ha accusato un malore, per questo è stata portata al pronto soccorso.

La 44enne sarda per fortuna si è già ripresa, come ha svelato lei stessa nelle storie di Instagram. Elga è già stata rimessa e si sta riprendendo. La donna è finita al Policlinico Universitario Duilio Casula di Cagliari nel giorno dell’Epifania, dopo aver accusato un malore.

Ho fatto tutta una serie di analisi, compresa la tac e varie ecografie, analisi del sangue” ha spiegato l’ex tronista nelle storie di Instagram, direttamente dal letto d’ospedale.

Probabilmente ho un’appendicite, non è ancora certo” ha aggiunto, raccontando ai suoi follower quello che stava accadendo. Elga Enardu è poi stata dimessa dall’ospedale ed è tornata a casa, con la promessa di aggiornare i suoi fan sulle sue condizioni di salute. “2021 mi hai gia messo alla prova, ma io sono una guerriera e credimi ti do un consiglio stammi lontano se hai cattive intenzioni, perché ti batterò sempre per lo meno ci proverò con tutta la mia forza , determinazione, l’ amore della mia famiglia che mi aiuterà sempre, le vostre preghiere e il vostro supporto che mi hanno tenuto compagnia in ogni momento” ha scritto in un post su Instagram.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da 𝐸𝑙𝑔𝑎 𝐸𝑛𝑎𝑟𝑑𝑢 🐾 (@elga_enardu)

Contents.media
Ultima ora