×

C’è posta per te, Almerinda vuole riconquistare Fausto

Almerinda ha contattato C'è posta per te nella speranza di riconquistare, dopo ben 50 anni, il suo Fausto.

Almerinda e Fausto
Almerinda e Fausto

A C’è posta per te c’è sempre un momento interamente dedicato agli amori perduti e ritrovati dopo tantissimi anni. Quegli amori che sono rimasti nel cuore e il cui ricordo ha accompagnato gli anni di distanza. Questa volta è toccato ad Almerinda, decisa a riconquistare Fausto, dopo 50 anni dal loro bacio mancato.

La storia di Almerinda e Fausto

Più di 50 anni fa, tra Almerinda e Fausto stava per esserci un bacio, ma la donna ha ammesso che “rimase ferma come uno stoccafisso“. Ora, dopo così tanti anni, la signora è ben decisa a recuperare il tempo perduto con quell’uomo che è rimasto sempre nel suo cuore. Fausto ha accettato l’invito e lei, prima di farsi vedere, ha deciso di fargli avere degli indizi per farsi riconoscere.

Ci sono un gomitolo, delle lettere d’amore, il cartello di una fermata d’autobus, una clessidra e una filastrocca. Il signor Fausto, che ha qualche problema di udito, conquista immediatamente il pubblico, ma non riesce proprio a riconoscere la donna. “Ero uno stoccafisso, ora sono calda. Sperando che sei caldo anche tu” ha dichiarato la signora Almerinda.

Fausto non riesce proprio a riconoscerla, neanche quando vede il suo viso.

Sono Alma, di Lettere. Mi venivi ad aspettare fuori da messa, io facevo stenografia” ha spiegato la donna. Niente da fare, Fausto ha continuato a non ricordarsi nulla di quella storia. L’uomo si illumina solo quando scopre che la famiglia di lei aveva una pasticceria. “I suoi cugini erano tutti miei amici. Lei non la ricordo” ha dichiarato Fausto. “Io avevo 16 anni e dicevi che ero la tua preferita. Senti, non tirarla alla lunga. Ora sono vedova, ho due figli e due nipoti” ha risposto Almerinda. “Auguri” ha concluso Fausto, che in realtà è sposato. Alma a questo punto si è dovuta accontentare del suo numero di telefono per scambiarsi una telefonata tra amici. “Ma possibile che non ti ricordi di me? Hai proprio la memoria corta. Mi hai proprio cancellato dalla tua vita, io ti ho sempre pensato” ha dichiarato, delusa, la signora.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora