×

Momenti migliori e peggiori della quarta puntata di Sanremo 2021

La quarta puntata di Sanremo 2021 ha avuto dei momenti emozionanti ma ha scatenato anche tante polemiche.

Sanremo 2021
Sanremo 2021

La quarta puntata di Sanremo 2021, andata in onda venerdì 5 marzo, con Amadeus e Fiorello, ha avuto tanti ospiti e tanti momenti da ricordare. Il penultimo appuntamento con il Festival canoro ha scatenato diverse polemiche, ma ci sono stati anche molti momenti emozionanti.

Momenti migliori di Sanremo

I momenti migliori di Sanremo riguardano in modo particolare i cantanti, ma anche un sentito appello di due meravigliose artiste per tutti i lavoratori dello spettacolo in questo momento così difficile.

Gaudiano vince tra le nuove proposte

Gaudiano è il vincitore del Festival di Sanremo tra le Nuove proposte, con il suo brano Polvere da sparo, che è stato molto apprezzato. Il giovane cantante, ricevendo il premio, ha voluto ricordare il padre morto due anni fa.

Al secondo posto Davide Shorty, con il brano Regina, al terzo Folcast, con il brano Scopriti, al quarto Wrongonyou con il brano Lezioni di Volo. Sono stati chiamati a votare la sala stampa, la giuria demoscopica e il pubblico con il televoto. Il premio della critica è andato a Wrongonyou e quello della sala stampa a Davide Shorty.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Edoardo Le Grazie (@edoardo_rewind)

Mahmood sul palco con la gonna

Il cantante ha regalato ai telespettatori un medley meraviglioso, con le sue canzoni più famose. Mahmood deve molto al Festival di Sanremo e ha voluto celebrare questo momento cantando i suoi brani più amati. Ciò che ha più colpito i telespettatori, però, è che è salito sul palco dell’Ariston indossando una donna. Un look con cui il cantautore ha voluto dare un messaggio molto forte e stravolgere tutti gli schemi, come ha già fatto in passato.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Mahmood Official Fanclub (@mahmoodofficialfanclub)

Achille Lauro bacia Boss Doms

Achille Lauro ha abituato i telespettatori alle sue performance sempre fuori dagli schemi. Durante la quarta serata ha riportato sul palco uno dei brani del suo ultimo Sanremo, quello che nel 2020 lo ha visto trionfare come artista rivelazione del Festival. L’esibizione ha sottolineato la grande complicità con Boss Doms, chitarrista che lo accompagna ormai da anni. Achille Lauro si è vestito da Italia e sulle note di una marcia nuziale ha baciato il chitarrista, ponendo l’attenzione sull’importanza delle unioni civili.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Il Rap è la mia strada (@ilrapelamiastrada_)

Damiano prende i fiori di Sanremo

Un altro personaggio molto particolare è sicuramente Damiano, leader dei Maneskin, che si è presentato con un body trasparente e con i pantaloni a vita bassa. Il cantante ha voluto contribuire a fare una piccola rivoluzione all’interno del Festival di Sanremo. Come ormai sappiamo, le donne che salgono sul palco dell’Ariston ricevono sempre i meravigliosi fiori di Sanremo. Amadeus, durante la serata, ha voluto portare i fiori a Victoria De Angelis, ma è stato bloccato proprio da Damano. “Questa sera i fiori li prendo io” ha dichiarato il cantante, portando avanti la sua piccola rivoluzione.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da MÅNESKIN OFFICIAL FANCLUB (@maneskinofficialfanclub)

L’appello per i lavoratori dello spettacolo

Un altro momento molto toccante è stato quello portato in scena da Alessandra Amoroso e Matilde Gioli. In questa edizione di Sanremo priva di pubblico in sala, le due donne hanno portato un appello per sensibilizzare sulla condizione dei lavoratori dello spettacolo, fortemente colpiti dalle restrizioni dovute alla pandemia. “Mi chiamo Alessandra e nella vita faccio la cantante” ha dichiarato la Amoroso. “Mi chiamo Matilde e nella vita faccio l’attrice” ha aggiunto la Gioli. “Il nostro lavoro ha bisogno di tante donne e tanti uomini che ci permettono di fare quello che amiamo e di essere quello che siamo. Ma ora che tutto si è fermato, le loro vite più delle nostre sono sospese in una ripartenza difficile da immaginare e in un aiuto che non è mai arrivato” hanno spiegato le due donne. Alle due donne si sono uniti altri rappresentanti, in un video da remoto con applausi di molti artisti, come Diodato e Marco Giallini. “Non hanno perso la speranza della dignità del loro lavoro. Sono quelli che rimangono nell’ombra quando le luci si accendono. Ma il lavoro è un diritto di tutti e non un colpo di fortuna” hanno aggiunto.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Big Family – La Rivista (@bigfamilyrivista)

Momenti peggiori di Sanremo

Durante la quarta puntata di Sanremo ci sono stati anche dei momenti che non sono piaciuti al pubblico e che hanno scatenato delle polemiche particolarmente accese.

Le parole della direttrice d’orchestra

Beatrice Venezi è arrivata sul palco dell’Ariston specificando che vuole essere chiamata “direttore” d’orchestra e non “direttrice”. “Me ne assumo tutta la responsabilità” ha dichiarato. In un mondo in cui donne nella sua posizione se ne vedono poche, secondo i telespettatori la donna ha perso un’occasione per lanciare un messaggio importante. Poteva usare un linguaggio diverso per coinvolgere le donne in questo suo discorso che sicuramente aveva uno scopo molto nobile.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da 🛍️PinkPoint➡️Chiedilo a Vale🛍️ (@pink_point_personal_shopper)

Monologo di Barbara Palombelli

Il monologo di Barbara Palombelli, conduttrice e giornalista, è stato molto criticato. La donna ha toccato diversi temi, senza riuscire ad approfondirne nessuno. I telespettatori hanno pensato che il suo monologo fosse troppo concentrato su di lei, lasciando da parte il reale messaggio che si voleva mandare alle donne. La conduttrice ha parlato della sua carriera, si è commossa ricordando suo padre, ha parlato dei diritti conquistati dalle donne di ieri e da quelle di oggi. Non è piaciuto per niente il riferimento poco rispettoso al suicidio di Luigi Tenco, con una frase non collegata al contesto.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Curiosità (@curiosita_tv)

L’orario di chiusura

La scaletta che fissava la fine della trasmissione alle ore 2.39 ha mandato tutti nel panico. Un orario decisamente fuori dalle aspettative, che ha segnato un momento di grande tensione. Amadeus è riuscito a salvare la situazione, anticipando in modo molto significativo i tempi previsti. La quarta puntata si è conclusa poco dopo le due, con un sonoro “abbiamo recuperato 45 minuti”.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora