×

Gino Paoli e il vaccino: “Felice di averlo fatto”

A 86 anni il cantautore Gino Paoli ha ricevuto la prima dose del vaccino Pfizer.

Gino Paoli vaccino
Gino Paoli vaccino

Gino Paoli ha ricevuto la prima dose del vaccino Pfizer a 86 anni e ha confessato la sua opinione sull’emergenza sanitaria che, da ormai un anno, sta tenendo il mondo in ginocchio.

Gino Paoli: la prima dose del vaccino

Gino Paoli si è sottoposto alla prima dose del vaccino Pfizer e si è detto ottimista e sereno rispetto al furto dell’emergenza. Ai suoi fan il cantautore ha lanciato un appello invitandoli a sottoporsi come lui al vaccino quanto prima, fidandosi della scienza e augurandosi che al più presto le vaccinazioni possano servire ad arginare il numero dei contagi. Paoli vive nel massimo riserbo nella sua casa di Genova Nervi ed è lì che ha fatto ritorno dopo aver ricevuto la prima dose del vaccino Pfizer.

Di recente il cantautore è finito indirettamente nell’occhio del ciclone per via del monologo pronunciato da Barbara Palombelli al Festival di Sanremo 2021. Lì la conduttrice aveva menzionato la scomparsa del cantautore Luigi Tenco basandosi su un’intervista fatta anni prima proprio a Gino Paoli. La famiglia Tenco non ha affatto gradito il contenuto del suo monologo, e si è scagliata contro di lei con una lettera aperta. “Ho soltanto citato una mia intervista a Gino Paoli, che ha ripetuto le stesse parole in diverse occasioni.

E mi sono documentata negli archivi Rai”, ha replicato la giornalista. Nell’intervista a cui Barbara Palombelli si è riferita, Paoli affermava: “Luigi non era un depresso che avesse idee suicide. Eravamo tutti casinisti, ci divertivamo a fare scherzi come tutti i ragazzi di quella età”.

Contents.media
Ultima ora