×

Fabrizio Corona: “Vogliono chiudere in cella il problema e buttare la chiave”

Il legale di Fabrizio Corona ha pubblicato un nuovo post su Instagram nel quale denuncia l'accanimento e le ingiustizie subite dal suo cliente.

corona 1 768x438

A poche ore dal suo ultimo video pubblicato sull’account Instagram ufficiale di Fabrizio Corona, il legale Ivano Chiesa ha deciso di esprimersi nuovamente circa le vicende giudiziarie vissute dal suo cliente.

Fabrizio Corona, il nuovo post Instagram del legale Chiesa

In un nuovo post apparso su Instagram, l’avvocato Ivano Chiesa ha voluto sottolineare ulteriori aspetti relativi al nuovo arresto di Fabrizio Corona, ribadendo i pregiudizi nutriti dal mondo della giustizia italiana nei confronti del suo assistito.

Il post apparso su Instagram riporta la seguente denuncia: «Fabrizio Corona personaggio pubblico non gradito a tanti… Questa persona ha fatto già 6 anni di galera ed è sulla soglia dei 50 anni. Oltre a questo, è un imprenditore che offre lavoro a centinaia di persone che operano nel mondo della comunicazione, in questi giorni tutto questo indotto è sospeso in un periodo già difficile per tutte le famiglie italiane.

Oltre a tutto questo esiste un quadro personale e familiare molto difficile che minerebbe alla stabilità di qualunque individuo. Esiste la legge e va osservata: vero. Chi ha il potere però di decidere della vita altrui dovrebbe tenere in considerazione TUTTI questi elementi, non è così? Quale percorso e quale progetto “riabilitativo” è previsto per le persone come Fabrizio Corona? Chiudere in cella il problema e buttare la chiave è un atto di grande irresponsabilità…

Fabrizio ci ha comunicato che non ha alcuna intenzione di “pagare” anche questa volta per una punizione così impropria… Anche oggi Fabrizio osserverà ad oltranza lo sciopero della fame e della sete: per se stesso, per la sua famiglia, per i suoi collaboratori e per tutte le vittime delle iniquità».

Le affermazioni rilasciate sui social dal legale, quindi, rimarcano ancora una volta le innumerevoli ingiustizie subite da Fabrizio Corona, individuando e criticando una forma di accanimento nei confronti dell’ex-paparazzo palesata dal Tribunale di Sorveglianza di Milano con la decisione di revocargli i domiciliari.

In merito alla salute fisica e psicologica di Fabrizio Corona, inoltre, il legale Ivano Chiesa si era già espresso nella giornata di sabato 13 marzo, sempre con un video pubblicato su Instagram. In questo contesto, aggiornava i followers dell’ex-paparazzo sulle sue condizioni e li invitava a firmare una petizione destinata alla scarcerazione del suo cliente.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Fabrizio Corona (@fabriziocoronareal)

Contents.media
Ultima ora