×

Netflix: trimestre d’oro per il colosso streaming di film e serie tv

Condividi su Facebook

La pandemia ha portato grandi benefici alla società leader di mercato. Ma è vero boom?

Il boom di abbonamenti di Netflix durante la pandemia, ma ora?

Col coronavirus che ha costretto milioni di persone a rimanere a casa, Netflix ha registrato un aumento di 15 milioni di abbonati, una crescita doppia rispetto a quella stimata a Wall Street, per un totale che attualmente è pari a 182 milioni di abbonati a livello mondiale.

E’ il miglior risultato trimestrale in 13 anni di attività. Ma durerà?

La lettera agli azionisti dello scorso aprile ha smorzato gli entusiasmi perché la fine della quarantena e la concorrenza di altre agguerrite piattaforme streaming (prime fra tutte Disney plus, Amazon Prime Video, Apple TV e Hbo Max) potrebbero rallentare la crescita, deludendo le aspettative.

Netflix sarà in grado di continuare a offrire ai suoi abbonati prodotti originali per sbaragliare la concorrenza?

Originals Netflix tra film e serie tv

Poiché la pandemia ha creato una battuta d’arresto nella lavorazione di molti film in programma, la società sta spingendo sulle sue produzioni di punta, chiamati Originals Netflix, come per esempio le serie tv Stranger Things (un ritorno nostalgico ali anni ’80), La casa di carta e l’ultima stagione di Dark, una produzione tedesca sui viaggi nel tempo, uscita da qualche giorno.

In più, la piattaforma streaming continua a stringere accordi con emittenti televisive (tra cui Mediaset) e attori di fama mondiale per arricchire le proposte in catalogo.

Qualche mese fa, per esempio, ha scritturato Reese Witherspoon per due commedie romantiche, Your Place Or Mine e The Cactus. L’attrice americana, nota per il suo ruolo ne La rivincita delle bionde, nel 2006 si è aggiudicata l’Oscar come migliore attrice protagonista nel film drammatico Quando l’amore brucia l’anima, storia della vita tormentata del musicista Johnny Cash.

Secondo molte indiscrezioni, sarebbe appena sfumata la trattativa con il regista Martin Scorsese per una seconda collaborazione dopo The Irishman, dal titolo Killers of the Flower Moon, con Leonardo di Caprio e Robert De Niro, circostanza che obbligherà la società a cercare presto nuovi partners.

I comics di prossima produzione su Netflix

La strategia di crescita di Netflix si allarga anche ai cine-comics, cioè la trasposizione cinematografica dei fumetti. Due mesi fa, il colosso americano ha siglato un accordo con Boom!Studio, una casa editrice di fumetti di Los Angeles, per portare sullo schermo i suoi comics, primo fra tutti le avventure di Buffy, l’ammazza vampiri, reso famoso dalla serie televisiva anni ’90 con protagonista Sarah Michelle Gellar.

L’accordo diventerà operativo fra sette mesi, a gennaio del 2021, quando scadrà l’agreement che lega Boom!Studio alla 20th Century Studio che detiene ancora una partecipazione di minoranza nella casa editrice.

E per mantenere saldo il suo rapporto con i fan, Netflix ha lanciato una nuova serie dal titolo Il Corona virus in poche parole. Si tratta di 10 documentari per spiegare la pandemia e gli aspetti della scienza e della natura che regolano la nostra vita.

Scrivi un commento

1000

Leggi anche

Duffy contro 365 giorni, il film di Netflix
Cinema & serie TV

Duffy contro 365 giorni, il film di Netflix

6 Luglio 2020
La cantante britannica ha chiesto di cancellare la pellicola dalla piattaforma perché rende glamour il rapimento, lo stupro e la violenza sulle donne.
Entire Digital Publishing - Learn to read again.