×

Sotto il sole di Riccione: cast e recensione del film Netflix

Ecco la recensione del film di Netflix con Andrea Roncato, Isabella Ferrari e il doppiatore Luca Ward.

sotto il sole di riccione recensione 768x1138
Il tormentone estivo con Isabella Ferrari e Andrea Roncato.

Il 1 luglio è approdato su Netflix Sotto il sole di Riccione, la commedia estiva dove 4 ragazzi vanno in cerca dell’amore per le spiagge riminesi, tra locali notturni, baci rubati e tornei di beach volley.

Quando diversi mesi fa il trailer ufficiale è uscito sulla piattaforma, il film è stato immediatamente bollato dal web come la solita commedia sciocca e superficiale.

A una settimana dall’uscita, Sotto il sole di Riccione è già al primo posto della top 10 dei film più visti su Netflix, battendo la notissima serie Dark e 365 giorni, il film erotico che ha fatto tanto scalpore nel mondo.

Il cast di Sotto il sole di Riccione

sottoil sole di riccione recensione

Il cast è un mix di giovani promesse e attori italiani conosciuti. I nomi di richiamo sono Andrea Roncato e Isabella Ferrari, rispettivamente nei ruoli del vecchio bagnino romagnolo, accanito playboy in gioventù, e dell’ansiosa madre di un ragazzo affetto da cecità, lasciata dal marito.

L’altro nome di richiamo è sicuramente quello del doppiatore Luca Ward, noto per la voce profonda di Russel Crowe nel Gladiatore, Keanu Reeves in Matrix e di Pierce Brosnan nei film di James Bond.

Il famoso doppiatore stupisce per la recitazione spontanea e credibile, anche se non eccezionale.

La storia si concentra sulle vite dei ragazzi che vengono interpretati dignitosamente da attori esordienti e con poca esperienza: Saul Nanni (Marco), Ludovica Martino (Camilla), Fotinì Peluso (Bea) e Lorenzo Zurzolo (Vincenzo), a cui si aggiunge il verace Cristiano Caccamo nel ruolo di Ciro. Nel finale compare anche l’apprezzato cantante Tommaso Paradiso, leader dell’ex gruppo musicale dei Thegiornalisti.

Recensione del film

sotto il sole di riccionerecensione

Il film è stato bocciato ancora prima dell’uscita, e le recensioni dopo la visione hanno gettato fango sul film, giudizio che personalmente condivido solo in parte.

La vera ragione del pregiudizio è sicuramente scoprire che alla scrittura del soggetto, da cui è tratta la sceneggiatura, ci sia il regista Enrico Vanzina, conosciuto solamente per i Cinepanettoni con Boldi e De Sica, i film più criticati del cinema italiano insieme alle commedie sexy con Alvaro Vitali.

Il film diretto da YouNuts!, due famosi videomaker di clip musical alla prima esperienza cinematografica, non è un’opera che rimarrà negli annali del cinema italiano, ma rimane una commedia estiva godibile e senza alcuna pretesa di alto cinema.

Il film è visivamente molto accattivante, con una Riccione da ammirare e le belle canzoni dei Thegiornalisti come colonne sonore, e nonostante gli stereotipi, le ingenuità e gli errori, la storia intrattiene nella sua semplicità.

Contents.media
Ultima ora