×

Il complotto contro l’America: cast e trama della serie tv Sky

Condividi su Facebook

disponibile on demand Il complotto contro l'America, la nuova serie Hbo con Winona Ryder e John Turturro nel cast

ÉDebutta in streaming e on demand la mini serie tv ucronica in sei episodi Il Complotto contro l’America, tratta dall’omonimo romanzo fantapolitico del 2004 del premio Pulitzer Philip Roth.

L’adattamento televisivo creato da David Simon ed Ed Burns per HBO, descrive la nascita di un’America filonazista legata alla Germania di Hitler vista attraverso gli occhi dei Levin, una famiglia ebrea residente a Newark, nel New Jersey la cui vita viene destabilizzata dall’ondata di antisemitismo che incombe sul paese.

La trama di Il complotto contro l’America


Siamo nel 1940. Mentre in Europa le truppe naziste marciano alla conquista della Francia, negli Stati Uniti si tengono le elezioni per la nomina del nuovo presidente.

Gli sfidanti per la corsa alla Casa Bianca sono Franklin Delano Roosevelt e il celebre aviatore Charles Lindbergh, noto in tutto il mondo per la sua traversata in solitaria sull’oceano Atlantico e le sue simpatie per il nazionalsocialismo.

La vittoria di Roosevelt significherebbe l’entrata in guerra degli Usa contro Hitler, mentre l’ascesa al potere di Lindberg, contrario all’intervento bellico, porterebbe l’America ad appoggiare il regime nazista e a diffondere sentimenti xenofobi e populisti.

La vittoria di Lindbergh determina sconcertanti cambiamenti politici che destabilizzano la famiglia Levin, composta da Herman, il padre che lavora in una compagnia assicurativa e forte simpatizzante di Roosvelt, da sua moglie Bess, dai figli Sandy e Philiph e dal nipote Herman che vive sotto lo stesso tetto dopo essere rimasto orfano.

La loro vita tranquilla e abitudinaria viene travolta non solo dall’ostilità crescente nei confronti degli ebrei dopo l’insediamento di Lindbergh alla Casa Bianca, ma anche per le dinamiche conflittuali all’interno dello stesso gruppo.

La sorella maggiore di Bess, Evelyn, per esempio, è una sostenitrice del rabbino conservatore Lionel Belgelsdorf che, invece, di appoggiare Roosvelt, è vicino alle idee filonaziste di Charles Lindbergh.

Anche Sandy, il figlio maggiore dei Levin, ammiratore di Lindebergh, finisce per ribellarsi alla famiglia e seguire le parole del rabbino, anche se poi deve ricredersi.

Ma cosa c’è dietro la decisione di Lindbergh di candidarsi alla presidenza degli Stati Uniti con un programma nazionalista e filonazista?

E se qualcuno avesse deliberatamente messo in atto un complotto per manipolare le sorti dell’America e dell’Umanità?

Il cast

Tra i protagonisti della miniserie troviamo Ben Cole nel ruolo di Lindbergh, Morgan Spector (visto in Homeland – Caccia alla spia, Boardwalk Empire) nei panni di Herman Levin, Zoe Kazan (noto per Ruby Sparks e The Deuce) interpreta Bess Levin, mentre il rabbino Lionel Belgelsdorf ha il volto di John Turturro (Il grande Lebowski).

Nel cast c’è anche Winona Ryder (riportata al successo con la serie Netflix Stranger Things) nella parte di Evelyn, la sorella non sposata di Bess che cerca il grande amore nella figura del rabbino.

Le anticipazioni dei primi due episodi

La miniserie apre con Herman Levin che porta la sua famiglia a vedere una nuova casa da comprare in vista di una promozione sul lavoro. É una bella villetta con giardino in una zona più prestigiosa della loro. I due figli sono entusiasti, mentre sua moglie Bess è titubante.

Non vuole lasciare il quartiere ebraico dove abita, proprio nel momento in cui nel paese crescono i sentimenti antisemiti e xenofobi alimentati dall’avatore filo nazista Charles Lindbergh, in corsa per la Casa Bianca contro Roosevelt.

Intanto Evelyn, delusa da una relazione clandestina, conosce il nuovo rabbino Lionel Bengelsdorf e ne rimane colpita.

Nel secondo episodio, nonostante i rimproveri dei suoi genitori, Sandy comincia a provare una grande ammirazione per l’eroe-aviatore mentre Evelyn, invece, prova ammirazione per Bengelsdorf, che sembra ricambiare i suoi sentimenti.

Sono esperto di Cinema. Mi sono laureato al Dams di Bologna e tratto di film quasi ogni giorno tra il mio canale youtube "Il signor Arkadin" e il mio blog personale "Le follie di Spyke". Ho avuto qualche esperienza di set indipendente, soprattutto in veste di soggettista e sceneggiatore.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Ascanio Bonelli

Sono esperto di Cinema. Mi sono laureato al Dams di Bologna e tratto di film quasi ogni giorno tra il mio canale youtube "Il signor Arkadin" e il mio blog personale "Le follie di Spyke". Ho avuto qualche esperienza di set indipendente, soprattutto in veste di soggettista e sceneggiatore.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.