×

The Amazing Spider-Man 2: trailer, cast e recensione

Il catalogo Netflix si arricchisce con il cinecomic The Amazing Spider-Man 2 con protagonista Andrew Garfield nei panni dell'uomo ragno

amazing spider man netflix 768x432

In streaming su Netflix il secondo capitolo della saga The Amazing Spiderman prodotta da Sony con protagonista Andrew Garfield e diretto dal regista Marc Webb, già regista del primo capitolo.

Trama di The Amazing Spider-Man 2

amazing spider man netflix

Peter Parker (Andrew Garfield) continua la sua ricerca, iniziata già con il primo capitolo della saga, riguardo la causa che portò alla morte i propri genitori.

Nel frattempo Peter continua a combattere il crimine a New York che vede la comparsa del diabolico Electro (Jamie Foxx), supercattivo una volta ammiratore di Spider-Man, capace di generare e controllare l’elettricità in seguito ad un incidente con anguille elettriche geneticamente modificate.

Electro non combatterà da solo ma al suo fianco si schiererà un nuovo e temibile nemico: Goblin (Dane DeHaan) , intenzionato a vendicarsi del supereroe ragno.

Cast di The Amazing Spider-Man 2

amazing spider man netflix

Nei panni dell’uomo ragno, come nel primo capitolo, il talentuoso attore Andrew Garfield capace di passare da produzioni blockbuster come questa al teatro e ai film più autoriali lavorando con registi come Martin Scorsese, David Fincher e Spike Jonze.

La controparte malvagia viene interpretata da Jamie Foxx, apparso recentemente nel deludente Power Project (2020), qui alla prima apparizione all’interno di un cinecomic.

La bella Gwen, fidanzata ed eterno amore di Spider-Man, ha i tratti e il talento di Emma Stone, apprezzatissima star di Hollywwod vincitrice dell’Oscar per la miglior interpretazione femminile nel 2017 per il musical romantico La La Land di Damien Chazelle.

Recensione di The Amazing Spider-Man 2

amazing spider man  netflix

La pellicola prodotta da Sony si rivela un successo a livello commerciale, ma abbastanza tiepido dal punto di vista della critica specializzata, e ne possiamo comprendere i motivi.

La prima parte che vede protagonisti la coppia di giovani Peter Parker e Gwen Stacy alle prese con i problemi di qualsiasi coppia di teenager (se non fosse che il suo ragazzo è costretto a condurre una doppia vita per proteggerla) non risulta noiosa, ma anzi ben scritta sebbene colma di stereotipi tipici del teen drama.

Con l’apparizione di Electro tutto crolla. Il cattivo di turno, come spesso accade nei cinecomic, risulta estremamente scialbo.

Le motivazioni che lo spingeranno a combattere Spider-Man sono completamente nulle così come la sua psicologia e il carattere che lo rendono più vicino ad un fastidioso tirapiedi che una minaccia concreta (che sarà invece Goblin).

La CGI in questi film risulta fondamentale per far godere lo spettatore del massimo potenziale spettacolare della sala ma si sa che “il troppo stroppia”.

Marc Webb fa un uso massiccio della computer grafica nelle scene d’azione che risultano così oltremodo artificiose, come se potessero salvare un film sempre più in declino verso un finale in constante e insensata accelerazione.

Un film mediocre, così come la colonna sonora firmata dal mostro sacro Hans Zimmer.

Insomma, The amazing Spider-man 2 sicuramente non dispiacerà ai fan più accaniti dell’uomo ragno, ma farà storcere il naso in più d’un occasione anche allo spettatore più casual.

Contents.media
Ultima ora