×

Matinee: recensione, trailer e cast della commedia di Joe Dante

In streaming su Amazon Prime Video Matinee (1993), la commedia di Joe Dante sul cinema degli anni '60 con protagonista John Goodman.

matineeamazon 768x436

Argomenti trattati

In streaming sulla piattaforma Amazon Prime Video è disponibile la divertentissima commedia Matinee (1993) diretta da Joe Dante, regista capace di creare veri e propri cult della storia del cinema come la saga di Gremlins, L’ululato (1981), Small Soldiers (1998) e Looney Tunes: Back in Action (2003).

Trama

matinee amazon

Il film è ambientato durante la crisi missilistica cubana degli anni ’60, il periodo di massima tensione durante il periodo della Guerra Fredda.

L’abile produttore cinematografico Lawrence Woolsey (John Goodman) sfrutta la paura del pubblico per la bomba atomica e la guerra nucleare creando un film in cui gli uomini si trasformano in formiche mutanti per via delle radiazioni: Mant.

Il film racconta l’anteprima del film in una piccola cittadina costiera degli USA intrecciando le vicende all’astuto produttore Woosley con un gruppo di teenager locali appassionati di cinema di serie b horror e di fantascienza, il tutto sullo sfondo di una comunità immersa nel terrore atomico e nella psicosi comunista.

Cast

matinee amozn

Nei panni del produttore Lawrence Woosley, ispirato a vere figure del cinema degli anni ’50 e ’60 come William Castle e Roger Corman, l’attore statunitense John Goodman, conosciuto soprattutto per la sua lunga e prolifica collaborazione coi fratelli Coen in film come Il Grande Lebowsky (1998), Barton Fink – È Successo a Hollywood (1991) e Fratello, dove sei? (2000).

La cinica attrice e moglie di Lawrence è interpretata da Chaty Moriarty che debuttò nel cinema appena ventenne nei panni di Vicky , moglie pugile Jack LaMotta interpretato da Robert De Niro nel celebre capolavoro Toro Scatenato (1980) di Martin Scorsese, che e valse anche una nomination ai premi Oscar.

I più attenti cinefili avranno poi notato John Sayles, regista e produttore indipendente che iniziò la propria carriera proprio nella scuderia del sopracitato Roger Corma, nei panni dell’uomo che organizza la finta protesta fuori dal cinema.

Recensione

matinee amazon 1

Matinee, titolo che fa riferimento agli spettacoli che hanno luogo nelle ore mattutine, è una dichiarazione d’amore autobiografica di Joe Dante verso tutto il genere fantascientifico e horror, considerato dalla critica del tempo come cinema di serie b, che invadeva tutti gli schermi delle sale statunitensi tra gli anni ’50 e ’60 di cui lo stesso regista si abbuffava nell’adolescenza.

Lawrence Woosley incarna infatti tutti quei registi e produttori già sopracitati che capirono il mutamento generazionale del pubblico e che il declino della Hollywwod classica era ormai inevitabili e che il nuovo pubblico di teenager avrebbe voluto vedere ciò che non si poteva vedere ne alla televisione ne nei vecchi film: alieni, mostri, sangue e violenza.

Joe Dante non costruisce solo un gioco metacinematografco divertentissimo, soprattutto per i conoscitori della storia del cinema, ma crea un affresco storico preciso degli Stati Uniti del tempo imbevuta dell’anticomunismo più feroce e la paura di una guerra atomica che, causa la crisi missilistica cubana, sembra ormai sempre più vicina e inevitabile.

Una commedia scanzonata e divertentissima che divertirà dall’inizio alla fine, con un John Goodman perfettamente calato nel suo ruolo di produttore geniale e innovativo quanto stralunato e folle, e una messa in scena attentissima al dettaglio storico capace di immergere lo spettatore in quel periodo.

Contents.media
Ultima ora