×

Orecchie: recensione del film in streaming su Netflix

Recensione di Orecchie, commedia italiana disponibile in streaming su Netflix, scritta e diretta da Alessandro Aronadio, e presentata a Venezia

orecchie 768x458

Orecchie è un film italiano che potete trovare in streaming su Netflix.

La commedia nasce grazie ai fondi della Biennale College della Mostra del Cinema di Venezia dove è stato presentato nel 2017. Il film è scritto da Alessandro Aronadio (Io c’è), in collaborazione con Valerio Cillio, e diretta sempre da Aronadio.

Alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia Orecchie ha vinto il premio Arca CinemaGiovani come miglior film italiano.

Il cast

Cast ricchissimo per questa divertente commedia.

Daniele Parisi (L’ospite) è il protagonista affetto dal fastidio fischio alle orecchie. Silvia D’amico (Il regno) è Alice, la sua fidanzata. Piera Degli Esposti (Benvenuto Presidente!) è la direttrice del giornale. Giancarlo è interpretato da Rocco Papaleo (Moschettieri del re – La penultima missione). Milena Vukotic (La sedia della felicità) è la Signora Marinetti.

Andrea Purgatori (Posti in piedi in paradiso) è l’otorino. Ivan Franek (Il ragazzo invisibile – Seconda generazione) è Nicolaj.

Gli altri attori impegnati nel film sono: Pamela Villoresi, Paolo Giovannucci, Massimo Wertmüller, Francesca Antonelli, Niccolò Senni, Masaria Colucci, Silvana Bosi, Sonia Gessner.

orecchie 2

La trama del film

Un uomo si sveglia con un fastidioso fischio alle orecchie. Dopo una serie di circostanze bizzarre, inizia a sorgere in lui il dubbio che Alice non sia soddisfatta della loro relazione. Nel corso della giornata l’uomo tenta quindi di scoprire la causa del fischio.

orecchie 3

La recensione di Orecchie

Orecchie è un film che non aspettava nessuno. Ricordo quel pomeriggio alla Mostra del Cinema di Venezia, nella nuova sala Giardino. Ricordo la sorpresa, lo stupore…una commedia italiana fatta con criterio, tempi e personaggi giusti, che fa ridere! Realizzata con un micro budget!

Orecchie rientra nel novero di quei film italiani, pochi, che lottano…per uno spazio, per un nobile motivo, per dimostrare che si può. Fare una buona commedia italiana, con una buona sceneggiatura, buoni interpreti, e spendendo pure poco, è possibile. Tutto ciò che non va in questa direzione è pura speculazione. Di chi ha interesse che le cose non cambino, di chi è disposto a mortificare il cinema e il pubblico pur di ottenere il proprio tornaconto personale.

Di chi, sostanzialmente, ci mangia. Se non lo avete ancora fatto, recuperate questa commedia italiana, passerete 90 minuti in assoluto e sentito divertimento. E per chi vuole, amara e finale considerazione. Daniele Parisi è perfetto in questo ruolo. Il cast di comprimari, non stiamo neanche a parlarne. Scelta del bianco e nero azzeccatissima e funzionale.

Contents.media
Ultima ora