×

Gascoigne: recensione e trailer del documentario su Gascoigne

Recensione di Gascoigne (2015) il documentario di Jane Preston sulla vita e carriera del calciatore inglese Paul Gascoigne

Disponibile in streaming dal 23 dicembre su Amazon Prime Video il documentario Gascoigne (Jane Preston, 2015) sulla carriera sportiva e sulla vita dell’omonimo calciatore inglese.

Trama

Il documentario della regista inglese Jane Preston racconta l’intera carriera di Paul Gascoigne dal suo primo incontro con il mondo del pallone sino al suo esordio in Premier League e nella nazionale inglese con cui partecipò a tre mondiali e un europeo.

Un percorso che viene ricostruito sia attraverso le parole dello stesso Paul sia attraverso le parole di importanti personalità del mondo del calcio come l’allenatore Josè Mourinho, il calciatore Wayne Rooney e alcuni ex compagni di squadra e nazionale.

Il documentario non si limita però a raccontarne e celebrarne le gesta in campo, ma scava affondo nella sua vita privata. Una vita privata fatta di eccessi e varie problematiche psicologiche che lo resero il perfetto bersaglio dei tabloid inglesi.

La recensione

Jane Preston, attraverso la sua cinepresa e le parole dello stesso Gascoigne, ricostruisce l’infanzia del calciatore dall’infanzia vissuta nella povertà di un quartiere di Londra dove palleggiava con una palla da tennis sino ai momenti più esaltati della sua carriera sportiva, senza tuttavia omettere traumi ed errori di una vita spesso sfuggita di mano sia per problemi legati all’alcool sia ai tabloid inglesi, che hanno tenuto il suo telefono sotto controllo per ben 11 anni.

Uno dei calciatori inglesi considerati di maggior talento nella storia del calcio che è stato spesso al centro delle cronache extra sportive dei giornali scandalistici inglesi che trovavano in lui un vero e proprio capro espiatorio su cui scagliarsi per denunciare tutti gli eccessi nel mondo del calcio inglese e , ovviamente, vendere più copie possibili dei propri giornali scandalistici.

Ma la regista non si sofferma sulle imprese calcistiche o sulle vicende scandalistiche fuori dal campo ma entra nella psiche del calciatore che si confessa, quasi come una seduta psicoanalitica, alla macchina da presa raccontando gli eventi che più lo hanno portato verso il tracollo psichico.

Struggente quando il campione inglese racconta di aver visto il proprio amico morire davanti ai suoi occhi e poi tra le braccia in seguito ad un incidente avvenuto sulla strada. Un trauma che lo segnerà per sempre nella sua vita personale.

Una figura tanto controversa quanto amata e che alla fine della pellicola non potrete far altro che amare ancora di più.

Che fine ha fatto Paul Gascoigne?

Oggi Paul Gascoigne è un uomo diverso da quello del passato dato che, dopo varie ricadute nell’alcool che lo hanno portato più volte vicino alla morte, ha deciso di sconfiggere definitivamente i suoi demoni attraverso un costoso intervento chirurgico in Austria.

Lui stesso si definisce oggi un uomo diverso da quello del passato, conscio dei propri errori ed in grado di non ripeterli.

Per il 54enne Gateshead si apre una vita nuova e chissà se lo rivedremo in campo presto, magari su una panchina di una di quelle squadre che hanno reso il suo nome grande nel mondo, così che le curve di tutti gli stadi inglessi possano risuonare il suo nome ancora una volta.

Appassionato di cinema sin da quando la sorella gli fece scoprire il folle e straordinario mondo di Quentin Tarantino. Di lì in poi la passione cresce sempre di più sino a fargli frequentare e concludere con successo la laurea triennale in DAMS nell'ateneo di Bologna. Appassionato di cinema e divoratore di serie TV di qualsiasi genere e nazionalità, con una predilezione nei confronti del Western, soprattutto italiano, e dell'horror. Ha anche un canale youtube nominato Underground Cult Production dove pubblica recensioni e live con registi dell'ambiente artistico underground italiano.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Alessio Balbi

Appassionato di cinema sin da quando la sorella gli fece scoprire il folle e straordinario mondo di Quentin Tarantino. Di lì in poi la passione cresce sempre di più sino a fargli frequentare e concludere con successo la laurea triennale in DAMS nell'ateneo di Bologna. Appassionato di cinema e divoratore di serie TV di qualsiasi genere e nazionalità, con una predilezione nei confronti del Western, soprattutto italiano, e dell'horror. Ha anche un canale youtube nominato Underground Cult Production dove pubblica recensioni e live con registi dell'ambiente artistico underground italiano.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora