×

Gli Spietati: trama e trailer del film di Clint Eastwood

Recensione di Gli Spietati (1992), l'ultimo grande western diretto, prodotto e interpretato da Clint Eastwood vincitore di ben quattro premi Oscar

In streaming su Netflix Gli Spietati (1992), ultimo western diretto, prodotto ed interpretato sa Clint Eastwood che gli valse quattro premi Oscar tra cui Miglior Film e Miglior regia.

Trama

Nella placida cittadina del Wyoming di Big Whiskey, una prostituta viene sfregiata da un cowboy per avere riso mentre lui si spogliava. Lo sceriffo Little Bill (Gene Hackman), ex pistolero dai metodi bruschi e violenti che impone con la violenza la propria legge, obbligherà il giovane a risarcire il proprietario del bordello con cinque cavalli.

Le altre prostitute non sono soddisfatte del risarcimento e decideranno di farsi vendetta dando una ricompensa a chiunque avrebbe ucciso il giovane. L’aspirante pistolero Kid Schofield (Jamiz Woolvet) deciderà di accettare il lavoro formando squadra con il vecchio Will Manny (Clint Eastwood), ex bandito, ormai ritiratosi dalle scene e padre di due bambini, di grandissima fama e spietatezza amico del padre di Kid.

Quei soldi però farebbero comodo a Will che quindi accetta di rimbracciare il fucile assieme al giovane bandito e al vecchio compagno di scorribande Ned Logan (Morgan Freeman).

Il cast della pellicola

Clint Eastwood produce, dirige ed interpreta questa pellicola tornando, ancora una volta, a mettere i panni del cowboy che tanto gli rese fama all’inizio della carriera d’attore per il ruolo nella trilogia del dollaro di Sergio Leone, per poi intraprendere la fortunatissima carriera di regista cinematografico.

Gene Hackman, vincitore del premio Oscar al miglior attore non protagonista in questo film, interpreta il sadico sceriffo Little Bill tornando anche lui al western dopo interpretazioni memorabili come Una donna chiamata moglie (Jan Troell, 1974), Stringi i denti e vai (Richard Brooks, 1975) e Il giorno dei lunghi fucili (Don Medford, 1971).

Il premio Oscar Morgan Freeman, interprete dell’ex bandito Ned Logan, che collaborerà ancora con Clint Eastwood nel dramma sportivo Milion Dollar Baby (2005) che gli farà vincere il suo primo Oscar dopo 5 nomination durante la sua carriera d’attore di cui la prima risale al 1988 per il film Street Smart – Per le strade di New York diretto da Jerry Schatzberg.

L’ultimo grande western

Gli Spietati è il classico western crepuscolare che racconta gli ultimi anni di quel grande mito che fu negli Stati Uniti la colonizzazione dell’ovest e l’epopea del western, ma attuando una completa smitizzazione sia dell’immaginario western.

William Manny, protagonista interpretato da Clint Eastwood, è un ex bandito che ha deciso di appendere la pistola al chiodo per costruirsi una vita normale e spartana con una meglio, passata troppo presto a miglior vita, e due figli che lui stesso cresce in una piccola casa sperduta nel nulla.

Nella sua vita non c’è nulla di mitico e ripensando al suo “glorioso” passato da bandito, ricercato in più stati e contee, oggi rimane solamente la desolazione di aver spezzato le vite di molti innocenti per qualche spicciolo da spendere in donne e whisky.

Un uomo che non sa ne più sparare ne più andare a cavallo ma che accetta un ultimo lavoro per riuscire, con la somma della ricompensa, garantire un futuro migliore ai suoi figli, ma il mondo la fuori si è ancora fatto più duro e aspro di quanto non lo avesse lasciato, incarnato dallo sceriffo Little Bill.

Anche lui uomo che smitizza l’antico west raccontando come moltissime delle leggende su pistoleri e sulle loro imprese siano falsi oppure accadute per semplici casualità e incidenti poi tramutate in leggende popolari.

Un film sporco e sordido, come la vita nel west, senza eroi, in cui Eastwood dimostra tutta la propria abilità attoriale e registica regalandoci magnifici campi lunghi e panoramiche degni dei migliori film western della Hollywood classica. Una vera e propria pietra tombale, ma allo stesso tempo miliare, del genere, come già lo fu il capolavoro L’uomo che uccise Liberty Valance (1962) di John Ford.

Appassionato di cinema sin da quando la sorella gli fece scoprire il folle e straordinario mondo di Quentin Tarantino. Di lì in poi la passione cresce sempre di più sino a fargli frequentare e concludere con successo la laurea triennale in DAMS nell'ateneo di Bologna. Appassionato di cinema e divoratore di serie TV di qualsiasi genere e nazionalità, con una predilezione nei confronti del Western, soprattutto italiano, e dell'horror. Ha anche un canale youtube nominato Underground Cult Production dove pubblica recensioni e live con registi dell'ambiente artistico underground italiano.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Alessio Balbi

Appassionato di cinema sin da quando la sorella gli fece scoprire il folle e straordinario mondo di Quentin Tarantino. Di lì in poi la passione cresce sempre di più sino a fargli frequentare e concludere con successo la laurea triennale in DAMS nell'ateneo di Bologna. Appassionato di cinema e divoratore di serie TV di qualsiasi genere e nazionalità, con una predilezione nei confronti del Western, soprattutto italiano, e dell'horror. Ha anche un canale youtube nominato Underground Cult Production dove pubblica recensioni e live con registi dell'ambiente artistico underground italiano.

Leggi anche

Gli Spacciati – dalla Francia con furore
Cinema & serie TV

Gli Spacciati – dalla Francia con furore

5 Marzo 2021
Gli Spacciati, pellicola francese diretta dal regista Julien Royal, è disponibile su Netflix dallo scorso 10 febbraio. Di cosa si tratta?
Contents.media
Ultima ora